Il Superuovo

Omosessualità nel regno animale: la natura conferma

Omosessualità nel regno animale: la natura conferma

Di recente, in Kenya, dei turisti hanno fotografato una coppia di leoni maschi durante un rapporto sessuale. A segnalare l’episodio è Ezekiel Muta, ovvero colui che si occupa della censura dei film in Kenya. Secondo lui, infatti, questo comportamento sarebbe dovuto alla presenza di una coppia gay all’interno del parco che avrebbe influenzato gli animali. Addirittura egli sostiene che i due leoni debbano essere separati e sottoposti ad un consulto. Nonostante quello che Muta dice, l’omosessualità è una variante naturale del comportamento sia umano sia animale.

L’omosessualità è diffusa anche tra i delfini

Esempi in natura

Ci sono circa 1500 specie animali in cui l’omosessualità è più o meno diffusa. Tra queste si citano i delfini, che possono formare coppie gay molto durature. Addirittura degli studiosi hanno registrato due delfini maschi che sono rimasti insieme per ben diciassette anni. Un’altra specie in cui l’omosessualità è molto diffusa è il montone, con un’incidenza dell’8% di coppie esclusivamente maschili. Anche le giraffe sono solite intrattenere atti omosessuali, ad esempio abbracci e massaggi sul collo. L’albatro di Laysan, invece, è un caso particolare. Il 31% delle coppie, infatti, è costituito da femmine non imparentate tra loro. Per quanto riguarda gli insetti, invece, le libellule spesso si accoppiano con membri dello stesso sesso.

Anche i cinghiali, talvolta, hanno rapporti omosessuali

Funzioni dell’omosessualità

Gli scienziati sono d’accordo solo su un punto: la sfera omosessuale fa parte dei comportamenti naturali degli animali. Per quanto riguarda la sua funzione, non esiste ancora una risposta univoca. Alcuni ricercatori sostengono che serva per favorire i futuri rapporti eterosessuali, altri invece ritengono che possa servire per cercare un piacere più intenso. Il comportamento delle giraffe può servire appunto per imparare a corteggiare le femmine. In alcuni casi, come nei bonobo, può servire per appianare le tensioni. In altre situazioni l’omosessualità è una sorta di ripiego a causa dell’assenza di femmine, come nel galletto di roccia andino. Per quanto riguarda i leoni, invece, non si sa ancora la frequenza di questo tipo di rapporti, quindi capirne la funzione è difficile.

Matteo Trombi

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: