“No Stress”: Mengoni e la psicologia ci spiegano come affrontare lo stress

Lo stress sempre più presente in un mondo sempre più frenetico.

Ognuno di noi ,nella propria vita, ha vissuto una situazione stressante. Quante volte ti sei sentito stanco e con la testa che sembrava stesse per scoppiare? Molte volte vero? Allora vediamo insieme come lo si può affrontare.

“NO STRESS”

Uno dei cantanti più conosciuti in Italia è Marco Mengoni. Per questa estate, come molti altri artisti, ha dato in pasto al pubblico una hit estiva intitolata “no stress” che richiama l’atmosfera techno degli anni ’90 mischiandosi con tante altre sfumature musicali – Piace o non piace come artista, indipendentemente dai gusti musicali, è una canzone che ti entra in testa- Un brano che invita tutte le persone a non correre e prendere fiato in una società sempre più frenetica. “No stress” ci consiglia di trovare uno  spazio per poter ricaricarci e capire l’importanza del proprio tempo. Un pezzo ad hoc per l’estate all’insegna della spensieratezza e al vivere la vita liberamente lontani da dubbi, paranoie e brutti eventi ( tra pandemia e altri episodi tragici c’è bisogno di un po’ di relax). Vediamo cos’è lo stress e come affrontarlo. Non prima però di un pezzettino del brano per farti capire un po’ cosa consiglia il cantante.

Ehi baby
Mi piace quando gridi forte come gli hooligans
La vita è cattiva fai un passo di dance

Ehi baby
no stress
Fai come se stanotte fosse l’ultima
Fai come se sotto le stelle
il panico che hai in testa fosse musica
Fai come se

hey baby

No stress
No no no

LO STRESS

Sappiamo un po’ tutti cosa sia lo stress ma vediamolo sotto un’ottica più scientifica. Lo stress è la risposta psicologica e fisiologica che l’organismo mette in atto nei confronti di compiti, difficoltà o eventi della vita valutati come eccessivi o pericolosi. La sensazione che si prova in una situazione di stress è di essere di fronte ad una forte pressione mentale ed emotiva. Non ti preoccupare non ti voglio stressare in un articolo che cerca di affrontare lo stress, quindi cercherò di essere breve!  Tu pensi che lo stress sia solo negativo? In realtà non è così. Infatti lo stress si divide in eustress (quello buono) che aiuta l’individuo ad affrontare una situazione ( come un esame, una gara sportiva, il lavoro e molto altro) e distress ( quello negativo) che dura più tempo e non ti aiuta ad affrontare le situazioni arrivando a compromettere alcune funzioni del nostro corpo. Lo stress dipende molto dalla percezione che ognuno di noi può avere della situazione. Per una persona un evento potrebbe essere stressante per un’altra no. Un individuo solitamente pessimista, potrebbe percepire gli eventi in maniera negativa che porta ad uno stress maggiore, rispetto ad una persona ottimista. Numerosi sono gli eventi che possono essere stressanti o meglio definiti stressors come: organizzare un matrimonio , la nascita di un figlio, una malattia, il lavoro, il caldo, ricordi spiacevoli e tanto altro.

UN CERVELLO  STRESSATO

Quando ci troviamo  in una situazione stressante, il nostro sistema nervoso rilascia alcune sostanze come l’adrenalina, la noradrenalina e il cortisolo(ormone dello stress).  Il tutto per preparare l’individuo ad attaccare o fuggire. L’adrenalina e la noradrenalina determinano un aumento del battito del cuore, del respiro, della pressione arteriosa e dello stato di attenzione . Invece il cortisolo è responsabile dell’aumento del rilascio nel sangue di glucosio e lipidi che forniscono l’energia necessaria a sostenere la reazione di attacco o di fuga. Ci sono due “livelli” di stress. Quello acuto inizia e finisce abbastanza rapidamente. Hai presente quando fai un esame universitario o verifiche del liceo? Provi un po’ di stress e un po’ di ansia ma dopo il compito sei di nuovo “libero”. Anche se possono esserci dei casi di stress acuto grave che possono essere causa di danni maggiori. Poi abbiamo lo stress cronico. Può scaturire da situazioni lavorative poco gratificanti, malattie gravi che persistono o anche un matrimonio infelice. Lo stress cronico porta a un continuo rilascio di ormoni dello stress sovraccaricando il corpo e danneggiando tessuti e organi.

SINTOMI E RIMEDI

I sintomi generali possono essere fisici, emotivi, cognitivi e disturbi del comportamento.  Quelli più comuni sono i mal di testa, tachicardia, stanchezza, disturbi del sonno,  problemi sessuali, aumento di fumo e alcool, disturbi dell’alimentazione, ansia, tristezza, difficoltà di concentrazione e così via. Ma come si può affrontare lo stress? Lo stress non è una malattia ma una reazione dell’organismo a situazioni della vita. In base alla sua intensità sono possibili diverse cure. Se non è cronica si possono usare tecniche di rilassamento (mindfulness) invece se fosse grave è meglio andare da uno specialista. In alcuni casi possono essere prescritti, dai medici,  degli psicofarmaci. In ogni caso a volte bisogna prendersi un po’ di pausa per se stessi e per il proprio benessere, lontano da questa frenetica società.

 

 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.