Il Superuovo

L’ordine di cavalieri più affascinante della storia rappresentato nella Serie TV Netflix Knightfall

L’ordine di cavalieri più affascinante della storia rappresentato nella Serie TV Netflix Knightfall

Misteri e leggende sull’ordine dei cavalieri Templari, i soldati di Cristo.

La serie tv Knightfall, uscita su Netflix nel 2017, ha come protagonisti i famosi cavalieri Templari. La serie ne rappresenta, in modo romanzato e cinematografico, le gesta fino alla caduta dell’ordine, avvenuta nel 1314.

La nascita degli ordini monastici militari in difesa dei pellegrini

Uno degli aspetti del rinnovamento religioso del XI secolo è la diffusione del pellegrinaggio nei luoghi sacri della cristianità, come quello in Terrasanta, cioè i luoghi in cui è nato e vissuto Cristo. Si sancisce così l’idea della difesa dei luoghi sacri, dei veri e propri “pellegrinaggi armati” volti a strappare Gerusalemme dalle mani infedeli. In cambio alla partecipazioni di questi azioni militari nel 1096, che prende il nome di prima crociata, il papa Urbano II concede l’indulgenza, cioè la cancellazione dei peccati. Una volta conquistata Gerusalemme vengono instaurati dei regni cristiani, con a capo dei re che hanno il ruolo di “difensori” del Santo Sepolcro. Per difendere i luoghi sacri e proteggere i pellegrini cristiani che arrivano a pregare sui luoghi sacri vengono istituiti ordini monastici militari: i cavalieri del Santo Sepolcro e gli Ospedalieri di San Giovanni nel 1099 e poi i Templari nel 1118.

L’ordine dei Templari: cosa rappresenta e come è strutturato

Come già citato prima, l’ordine dei Templari è un ordine monastico militare sorto nel 1118 per proteggere i pellegrini. I suoi cavalieri sono sottoposti a disciplina monastica, devono quindi osservare i voti di povertà, castità ed obbedienza ed hanno il dovere di difendere la cristianità con le armi. Essi vivono secondo rigide regole e sono tenuti ad osservare frequenti celebrazioni religiose e digiuni, a fare elemosina e a portare capelli corti. Il loro vestiario è ben riconoscibile in quanto indossano mantelli bianchi con una croce rossa sul petto e sullo scudo. La massima autorità dell’ordine è il Gran Maestro. Non deve sorprendere il fatto che dei monaci impugnino le armi, questo perché essi non sono preti: il monachesimo è un fenomeno aristocratico e di conseguenza non vi è nulla di strano se essi sono cavalieri.

Le leggende che gravitano sull’ordine dei Templari

Sono molte le leggende che circondano i Templari, in primo luogo la loro prima sede la quale si trova sul Monte del tempio. Esso è sacro per ebrei, cristiani e musulmani e secondo alcune leggende si tratta del luogo dove giacciono le rovine del Tempio di Salomone e il luogo in cui viene custodita l’Arca dell’Alleanza. Altri miti sostengono che i cavalieri dell’ordine hanno trovato tra le rovine del Tempio alcuni documenti che “provano” che Cristo sia sopravvissuto alla crocifissione o che si sia sposato ed abbia avuto dei figli, non vi è però nessuno prova a sostegno i questa teoria. E’ invece documentato che i templari scendono in alcune battaglie con una frammento della “Vera Croce”, ma molto probabilmente è solo un pezzo di legno. Altre leggende sostengono che addirittura il Santo Graal è finito tra le mani del templari e che essi l’abbiano portato in Spagna, sotto la protezione dell’ordine, o in Scozia presso la cappella di Rosslyn.

Caduta dei cavalieri templari e dissoluzione dell’ordine

Con la perdita di Acri i cristiani, compresi i Templari, sono costretti a lasciare la Terrasanta. A questo punto in occidente, viste anche le pochissime speranze di riconquistare il controllo dei luoghi sacri cristiani, ci si interroga sull’utlità dell’ordine de Templari, che ricordiamo è nata per difendere i pellegrini in Terrasanta. Inoltre ricordiamo che, in base al voto di povertà, i Templari hanno accumulato una grossa quantità di beni e ricchezze. Queste ricchezze fanno gola al Re di Francia, Filippo IV il Bello, il quale incarica al suo consigliere Guglielmo di Nogaret di aprire un inchiesta formale contro l’ordine. I cavalieri templari sono quindi accusati di “negazione di Cristo, sputi sulla croce e adorazione e l’adorazione dell’idolo pagano Baphomet (un idolo con la testa di capro)”. E’ così che cominciano gli arresti dei templari, gli interrogatori e la condanna al rogo; l’ordine viene ufficialmente sciolto nel 1312 da papa Clemente V, pontefice in balia di Filippo il quale confisca i beni dell’ordine. Il 18 marzo 1314, viene arso sul rogo Jaques de Molay, l’ultimo Gran Maestro dei Templari, che prima di morire lancia una maledizione affermando che “Dio vendicherà la loro morte”: pochi mesi dopo sia papa Clemente V che Filippo IV muoiono.

E tu che ne pensi? Faccelo sapere!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: