Il Superuovo

L’importanza della figura paterna per le bambine

L’importanza della figura paterna per le bambine

Recentemente è stato effettuato uno studio che ha dimostrato che avere un rapporto positivo con il proprio padre  porta a sperimentare meno sentimenti di solitudine. Inoltre, è stato verificato che questo fenomeno è più facilmente riscontrabile nelle bambine. Avere un legame forte con il proprio padre permette di sentirsi sicure e capaci di affrontare le difficoltà della vita.

La ricerca

Lo studio ha preso in esame circa 700 famiglie ed ha valutato il rapporto tra figli e genitori durante gli anni della scuola elementare. I ricercatori hanno preso in esame questo periodo dal momento che è normale sviluppare sentimenti di solitudine in un’età in cui si afferma un nuovo bisogno di autodeterminazione. I bambini, durante le elementari, passano più tempo fuori casa e con gli amici piuttosto che con i genitori. Ed è per questo che possono sperimentare più facilmente sentimenti di questo genere. Successivamente, dopo aver acquisito nuove abilità e nuove relazioni, il sentimento di solitudine si affievolisce. 

Rapporto tra padre e figlie

Esiste una sostanziale differenza di genere per quanto riguarda lo studio effettuato. Dalla ricerca è emerso come sono proprio le bambine a sperimentare maggiormente questi sentimenti di solitudine. Questo può verificarsi poiché i bambini di sesso maschile hanno una minore pressione sociale per quanto riguarda le relazioni. E per quanto riguarda la figura materna è stato riscontrato che questa situazione non si verifica mai in un rapporto tra madre e figlio. Questo, probabilmente, perché i rapporti tra la madre e il figlio maschio sono sempre particolarmente forti. Diversa è la situazione tra padri e figlie per il fatto che il padre ha un rapporto completamente differente con i propri figli. é per questo che viene consigliato ai padri di coltivare i rapporti con le figlie, prestando attenzione alle loro esigenze e alle loro emozioni.

L’evoluzione del rapporto tra padre e figlia

Il rapporto tra padre e figlia è un rapporto molto importante sia durante l’infanzia che durante l’adolescenza. Inoltre, è fondamentale che sia equilibrato. Il padre non deve essere assente e nemmeno troppo presente. é utile che il padre consigli la figlia e la sproni nella diverse situazioni di vita, ascoltando le sue volontà e i suoi sentimenti. Durante l’infanzia il contatto fisico è particolarmente importante poichè in futuro, il rapporto con l’altro sesso sarà sereno e duraturo. Anche nella preadolescenza il rapporto è cruciale dal momento che la bambina sperimenta i primi cambiamenti fisici e psicologici. La figlia inizia ad avvertire una maggiore indipendenza e di conseguenza il padre deve avere molto rispetto per i suoi spazi. Durante l’adolescenza, invece, il rapporto può mutare completamente dato che si tratta di un’età complessa e vulnerabile. Il padre, equilibratamente, deve garantire i giusti spazi ma senza assentarsi completamente, in un rapporto di pacifica convivenza e ascolto.

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: