Le migliori opere di nudo maschile nella storia dell’arte

La nuditá nell’arte é diventata per la prima volta significativa nell’antica Grecia. Il corpo ha cominciato ad acquisire importanza e apprezzato durante le competizioni atletiche e nelle feste religiose che celebravano il fisico maschile come incarnazione di tutto ció che era “il meglio” dell’umanitá. Mentre il nudo femminile era simbolo di procreazione e fertilítá, la nuditá maschile era associata al trinfo, alla gloria e all’eccellenza morale. 

IMG_1398.jpg

Ai giorni nostri, il nudo evoca soprattutto il corpo femminile, ereditá della convinzione del XIX secolo in cui il corpo della donna é stato oggetto assoluto e indiscusso del desiderio maschile. Il nudo maschile invece comincia ad affemmarsi nell’arte attorno all’VIII secolo a.C. con la costruzione dei primi pantheon dominato da dei e quindi figure maschili.Vediamo alcuni dei migliori corpi maschili nella storia dell’arte.

Annibale Carracci (1560-1609) 

Carracci era un pittore italiano, molto famoso a Bologna e Roma. Fu uno dei promotori e pionieri dello stile Barocco dei dipinti. In questa opera riportata in basso, Carracci crea una figura ben nota della mitologia classica: Bacco o Dionisio, il dio del vino vino e del buon fare. Bacco é rappresentato con boccoli d’oro, in piedi in un paesaggio isolato con la sua tazza di vino. La sua posa é rilassata e sta fissando gli spettatori come a chiedergli di unirsi a lui per un drink. 

 

IMG_1400.jpg

Caravaggio (1571-1610) 

Caravaggio é nato a Milano e si trasferí a Roma dove era diventato molto famoso per i suoi dipinti religiosi. Nella mitologia, Cupido é il dio dell’amore, del desiderio e dell’attrazione. Nel dipinto riportato in basso viene rappresentato come il figlio di Venere , dea dell’amore e Marte, il dio della guerra. Il Vittorioso Cupido viene ritratto come mezzo bambino e mezzo uomo. Il modello per la rappresentazione sappiamo che era Cecco, servitore di Caravaggio, allievo e forse anche amante. Ci sono diversi oggetti rappresentati nel dipinto come un’armatura, un manoscritto di note musicali e una corona di foglie. E si riesce a percepire come stringe le freccie nella mano, quasi come fosse pronto a colpire di nuovo.  

IMG_1401.jpg

Carlo Levi (1902- 1975)

L’artista fu un pittore, scrittore, medico e attivista politico italiano. Levi era ben consapevole della povertá nell’Italia meridionale rispetto alle parti del settentiore. Considerano che il dipinto di chiama Arcadia era anche un commento politico sulla situazione che si viveva, e ancora oggi in molti subiscono, in Italia. L’Arcadia, per capirci meglio, era un luogo mitico nell’antica Grecia. Simboleggiava la pastorizia e l’armonia con il mondo naturale. Arcadia nella rappresentazione mostra un giovane ragazzo nudo disteso con un flauto in mno. La figura sembra rappresentare un giovane pastore e la sua nuditá vuole simboleggiare la sua vicinanza con la natura. Lo sguardo del ragazzo é rivolto verso noi spettatori e i frutti rappresentati vicino il suo sguardo vogliono definire l’infinita generositá della natura. Tuttavia ci sono altri simoli nel dipinto,ad esempio, il libro aperto simboleggia la conoscenza, la bottiglia di profumo e la collana vogliono simboleggiare il lusso e suggeriscono che l’Arcadia non é poi un posto solamente di idillia e innocenza. 

IMG_1402.jpg

Michelangelo (1474-1564)

Michelangelo di Lodovico Buonarroti Simoni nacque a Firenze ed é noto semplicemente come Michelangelo. Era uno scultore, pittore, architetto e poeta italiano del Rinascimento.La Creazione di Adamo fu dipinta sul soffitto della Cappella Sistina tra il 1508 e il 1512. Il nudo rappresentato sulla sinistra come lo si vede è Adamo che tende la mano in risposta a Dio. Il tocco di Dio gli darà vita e porterà alla nascita della razza umana. Dio e Adamo sono entrambi raffigurati come muscolosi e sembrano più simili alle sculture dell’artista.

IMG_1403.jpg

Henry Scott Tuke (1858-1929)

Henry fu un pittore e fotografo britannico. È noto soprattutto per aver dipinto ragazzi e ragazzi nudi,  mentre facevano il bagno o negli spazi all’aperto. I suoi modelli erano nuotatori e pescatori locali, che spontamente concedevano la loro figura per un dipinto. The Critics (o Compagni) che abbiamo qui sotto, mostra uno dei temi ricorrenti nei dipinti di Tuke. Due ragazzi adolescenti nudi seduti sulla spiaggia. È una giornata soleggiata e calda, perfetta per una nuotata. I ragazzi non posano ma sembrano immersi nel gioco con il loro cane. Il dipinto è anche uno spostamento dalle immagini fortemente muscolose ed erotizzate di corpi maschili. Tuke era anche il maestro della luce, guarda il mare luccicante!

 IMG_1404.jpg

0 thoughts on “Le migliori opere di nudo maschile nella storia dell’arte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.