Il Superuovo

Le complessità del rapporto madre-figlia raccontate in “18 regali” e “Menzogna e sortilegio”

Le complessità del rapporto madre-figlia raccontate in “18 regali” e “Menzogna e sortilegio”

Un’analisi del complesso e delicato rapporto tra una madre e una figlia al centro di “18 regali” e “Menzogna e sortilegio”. 

Scena tratta dal film “18 regali”.

Il legame tra madre e figlia può essere il più bello tra i legami, il più puro e sincero. Ma non sempre è così. Nel romanzo “Menzogna e sortilegio”, la protagonista Elisa nutre un sincero affetto verso la madre, che però non la ricambia e non le presta alcuna attenzione. Il film “18 regali” ruota interamente attorno al rapporto madre-figlia, portando in scena la storia di una gravidanza difficile e di un passato che “torna” a sistemare le cose.

Menzogna e sortilegio

Questo romanzo, pubblicato nel 1948, è probabilmente il più celebre della scrittrice romana Elsa Morante. La scrittura della Morante è nota per essere unica nel suo genere, geniale, forte, appassionante e completa, come l’ha definita un noto critico letterario del ‘900.
La protagonista di Menzogna e sortilegio è Elisa, ultima discendente di una famiglia. Durante il romanzo Elisa sviscera i segreti e gli intrighi della propria famiglia, riportando alla luce segreti che nemmeno lei conosceva. Da qui, il titolo dell’opera: la “menzogna” è quella in cui i componenti della famiglia hanno sempre vissuto. Insieme a lei, un’altra protagonista è la madre Anna, che però non tratta Elisa come una figlia, non si interessa a lei e non prova nulla per lei.

18 regali

18 regali” è un film uscito nel 2020 e diretto da Francesco Amato. Anche al centro di questa trama c’è una famiglia, la mamma Elisa (interpretata dalla bella Vittoria Puccini), il padre Alessio (interpretato da Edoardo Leo) e la figlia Anna (interpretata da Benedetta Porcaroli). La storia si ispira ad una vicenda reale: mentre è in dolce attesa, Elisa scopre di avere un tumore e, sebbene il rischio di non farcela è molto alto, decide di portare a termine la gravidanza e dare la sua vita per far nascere sua figlia.
Per essere “vicino” a lei, nonostante l’assenza, Elisa lascia ad Anna 18 regali. Sarà il papà Alessio a premurarsi di dare ad Anna i regali ad ogni compleanno.
Nel film Anna rifiuta questa tradizione, rifiuta i regali della madre e rifiuta tutto ciò che la ricordi. Non coglie l’amore che si nasconde dietro quel gesto, ma piuttosto, si ribella.
Un incidente e un risveglio un po’ bizzarro le permettono tornare indietro nel tempo e incontrare la madre, per vivere con lei (da “estranea”) gli ultimi momenti della gravidanza.

Un rapporto difficile

In “Menzogna e sortilegio”, la giovane Elisa è figlia di un matrimonio privo d’amore, perché la madre Anna, segretamente innamorata del cugino, alla fine sposa un uomo che non ama, Francesco. Il rapporto tra i due peggiora sempre di più e il disprezzo che Anna prova per Francesco ha delle conseguenze su Elisa. Anna rifiuta Elisa, la priva anche delle più banali attenzioni ma questa indifferenza non è corrisposta anche da Elisa nei confronti della madre: piuttosto, la ragazza venera la madre, elemosina il suo amore e cerca disperatamente la sua attenzione. Anna vede sul volto di Elisa i tratti del marito e questo per lei rappresenta il suo fallimento. Elisa imita la madre anche nei suoi aspetti negativi, per questo motivo rifiuta il padre Francesco proprio come lo rifiuta la madre.

In “18 regali”, tutto è centrato sull’amore. Il matrimonio tra Elisa e Alessio è felice e la notizia della gravidanza ha rafforzato il loro rapporto. Alessio ricorderà sempre la moglie e difenderà il suo ricordo quando la figlia Anna, che non ha mai conosciuto sua madre, si rifiuta di accettare il suo passato e i regali di Elisa.
Nel corso del film Anna ha la possibilità di incontrare Elisa e di vivere con lei la fase finale della gravidanza. Insieme vivono dei momenti intimi, sinceri, che permetteranno ad Anna di conoscere davvero sua madre, imparando ad amarla e ad apprezzare quei doni che tanto aveva rifiutato.

E tu che ne pensi? Faccelo sapere!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: