Il Superuovo

Le bassezze e le debolezze umane raccontate da Petronio e Pier Paolo Pasolini

Le bassezze e le debolezze umane raccontate da Petronio e Pier Paolo Pasolini

Due artisti appartenenti a epoche così differenti ci mostrano come, nonostante l’umanità progredisca, certi istinti siano inestinguibili.

L’uomo per definizione è un animale sociale, ma pur sempre di “animale” si tratta. Eccolo rappresentato in tutta la sua bassezza, nell’episodio della Cena Trimalchionis da Petronio e Pasolini.

Petronio e la Cena di Trimalcione

La Cena Trimalchionis (cena di Trimalcione), è un degli episodi più importanti e conosciuti di un’opera altrettanto famosa: il Satyricon di Petronio. Quest’opera, composta sfruttando l’espediente del prosimetro (genere che prevede la commistione di lirica e prosa), rappresenta una delle opere più interessanti e straordinariamente moderne, di tutta la latinità.

Un personaggio che all’interno del romanzo è sicuramente molto degno di interesse, è Trimalcione, un arricchito, probabilmente un liberto (uomo affrancato dalla schiavitù). L’uomo viene descritto da Petronio come una personalità eccentrica, superba, lussuriosa ma soprattutto goloso. L’uomo è solito a mostrare ed ostentare in maniera stravagante la sua ricchezza, attraverso cene ricche di qualsivoglia pietanza.

In epoca romana, infatti, erano note tra personaggi di alto rango, le cosiddette “cene luculliane”. Questo termine deriva dal nome di Lucio Licinio Lucullo figura politica, famoso più per la sontuosa raffinatezza delle sue cene che per virtù civiche o militari. a questa figura si deve infatti, l’esaltazione come momento di convivium all’insegna della golosità, dell’ingordigia e della sessualità più sfrenata, protetta dal dio Priapo.

 

Pasolini e il Satyricon

«Roma. Avanti Cristo. Dopo Fellini»

Anche Pier Paolo Pasolini, eccentrica figura della letterarietà di Metà Novecento, decise di mettere in scena un lungometraggio liberamente ispirato all’omonima opera di Petronio, dando così vita a personaggi, figure ed usanze cristallizzate in epoche remote. Il poeta-regista riuscì sapientemente ad inserire all’interno del film moltissime scene tratte dall’opera latina, focalizzandosi in maniera particolare sulla Cena Trimalchionis.

Le immagini si susseguono in una lotta di colori saturi e brillanti. Il trucco dei personaggi è eccessivo, esagerato, così come le pietanze presenti sul lungo tavolo da banchetto. Corpi pesanti, tardi e stanchi si muovono goffamente afferrando i manicaretti e piatti pregiati, tra chiazze di vino prelibato e chicchi d’uva sparsi sul tavolo. L’eccesso nell’Antica Roma di Petronio, specialmente tra i liberti e i ricchi esponenti della nobiltà, era all’ordine del giorno. Anche in questo caso la sessualità è un motivo decisamente ricorrente, rappresentato dalle prostitute che allietavano i banchetti dei padroni.

Pasolini ha deciso di interpretare liberamente l’opera di Petronio, ed è in questa libertà che si riflettono le differenze maggiori tra le due produzioni. Tra le principali modifiche apportate dal regista possiamo sicuramente ricordare l’aggiunta dell’episodio di un oracolo ermafrodita, oppure la figura del Minotauro nel labirinto.

Pasolini vs Fellini

Alcuni critici, tra cui Davide Rinaldi, hanno notato alcuni parallelismi tra Fellini e Pasolini, in modo particolare tra il Satyricon e La dolce vita. Pasolini, così come Fellini, dice Rinaldi, mette in scena quelle che sono le negatività, le aspirazioni, le bramosie delle persone, ma al contempo anche i sogni e le abiezioni umane. Entrambi infatti, mostrano l’umanità per quella che è, esaltando quelli che sono i tratti più bassi e per questo umani.

Possiamo affermare con certezza che la grandezza dei due artisti, così vicini seppur così differenti, stia nel rivolgersi direttamente nell’interiorità dell’umanità, al di là di confini spaziali, temporali, sociali, mettendo in luce anche questi ultimi come sfondo della vicenda.

E tu che ne pensi? Faccelo sapere!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: