Il Superuovo

La superficialità rende felici? Ecco perchè, secondo gli Afterhours, Leopardi avrebbe voluto una pelle splendida

La superficialità rende felici? Ecco perchè, secondo gli Afterhours, Leopardi avrebbe voluto una pelle splendida

La felicità e la superficialità vanno di pari passo? Scopriamolo con Leopardi e gli Afterhours.

 

rollingstone.it

È il 1997 e in radio passa l’ultimo album degli Afterhours “Hai paura del buio?”, Manuel Agnelli, cantante e frontman del gruppo, urla al microfono il disagio di chi è consapevole di vivere in una società così leggera che probabilmente i più non capiranno il suo messaggio; Manuel scatarra sui giovani del suo tempo, violenta le loro certezze, piscia su quelli che loro credono siano i loro ideali e lo fa con leopardiana convinzione, ma in modo decisamente più rock.

 

Il concetto di felicità

Ogni tanto, proprio come Fulminacci, ci si ritrova a canticchiare di voler solo diventare deficienti, talvolta per non capire nulla di ció che ci succede intorno, talvolta per capirlo ma ignorarlo totalmente. 

Che sia questa la vera felicità? Vivere inconsapevoli della propria condizione di stupidità e sorridere al mondo col tiepido candore di chi sa di essere al posto giusto nel momento giusto, anzi meglio, di chi non sa dove si trova, ma non si è mai posto il problema di potersi trovare altrove se non davanti uno schermo a guardare un programma TV di dubbia qualità struggendosi, come D’Annunzio per la perdita di Fiume, perchè la tronista X e il corteggiatore Y hanno litigato mettendo in dubbio quelle poche certezze a cui i nostri tempi ci danno la placida illusione di essere aggrappati: sarà stato vero amore quello tra Teresa e Francesco? Ai posteri l’ardua sentenza, di certo peró, chi questa domanda non ha mai avuto la possibilità di porsela, per il semplice fatto di non sapere chi fossero Teresa e Francesco, ha vissuto nella convinzione che chi sia stato pomeriggi interi a strapparsi i capelli per questa fiamma, purtroppo perduta, abbia vissuto, e probabilmente tuttora viva, una condizione di gioia perenne quasi beatificatrice: la gioia degli imbecilli.

 

Voglio una pelle splendida

La superficialità porta spesso quindi a uno stato di perenne felicità, figlia della noncuranza, e talvolta nipote dell’ignoranza; nel loro album del 1997 “Hai paura del buio?” gli Afterhours riportano perfettamente questo concetto nella canzone “Voglio una pelle splendida”, in cui il desiderio di superficialitá non riguarda soltanto una condizione mentale, ma si riporta come conseguenza in una condizione fisica che manifesti pienamente questo senso di beatitudine:

 

Voglio un pensiero superficiale che renda la pelle splendida

 

Per chi fosse stato allevato dalle capre tibetane e non conoscesse gli Afterhours (n.d.a. purtroppo intuisco che molti di voi vivono in questa condizione di buio e ignoranza), questi ultimi sono uno dei gruppi di rock alternativo italiano che più ha segnato la nostra storia della musica, il loro frontman, il bellissimo Manuel Agnelli, si fa promotore di una rivoluzione figlia del disagio e del disappunto, del vivere stretti in vestiti troppo su misura, del gridare al mondo che la rivoluzione che viviamo è eterna, costante, e per questo in costante divenire

 

Che sei il mio sovversivo, mio sovversivo amore

 

nessuno mai penserebbe al romanticismo di una rivoluzione, nessuno se non Manuel Agnelli con la sua rivoluzione costante (n.d.a. cosa potrebbe esserci di più romantico?).

teatrogolden.it

Leopardi 

Per Leopardi, che fa l’occhiolino all’epicureismo seppur con finta inconsapevolezza, la felicità coincide col piacere, che è peró un momento di spensieratezza rubato alla vita. 

Nessuno più di Leopardi potrebbe incarnare il concetto di intellettuale che, in quanto consapevole della sua condizione, si distanzia dalla vulgata per vivere, seppur con estrema malinconia, la sua gioventù in ritirata solitudine.

Sia chiaro: la solitudine di Leopardi non è figlia di un senso di superioritá e distacco, anzi, Leopardi soffre il suo ritiro e tenta più volte la fuga, proprio come Manuel che nella canzone chiede di essere salvato, e di avere una pelle splendida.

 

E tu che ne pensi? Faccelo sapere!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: