La serie tv “The Haunting of Bly Manor” analizza le differenze tra amore e possessione

Il capolavoro di Mike Flanagan, colmo di suspense, ci porta all’analisi dei personaggi della serie in maniera insolita.

Bly Manor è una bellissima storia d'amore (e di fantasmi) | gliscleridiunafangirl

(ATTENZIONE SPOILER!)

La protagonista della serie è Dani, un’istitutrice che si candida per un posto di lavoro “particolare”.  Il suo compito sarà quello di prendersi cura dei bambini che abitano quella casa: Flora e Miles, rimasti orfani dopo un incidente aereo dei genitori in India. I bambini abitano in una tenuta di campagna meglio conosciuta come: Bly.

All’apparenza sembra una situazione tranquilla, pian piano però verranno scoperti i tasselli e i segreti di quella casa.

(ATTENZIONE SPOILER)

Presentazione dei personaggi

I personaggi principali sono:

  • Jamie, la giardiniera della tenuta di Bly,  Durante il corso della storia inizia una relazione amorosa con Dani.
  • Danielle “Dani” Clayton, la nuova istitutrice, una ex insegnante americana che si trasferisce a Londra in cerca di lavoro, trovandolo a Bly Manor come educatrice dei bambini Flora e Miles Wingrave.
  • Owen Sharma, Tornato in città da Parigi per accudire la madre malata, Owen Sharma diventa il cuoco di Bly Manor. È dolce e affettuoso con i ragazzi, che tratta come fossero figli suoi. È innamorato di Hannah Grose.
  • Hannah Grose, La governante di Miles e Flora Wingrave a Bly Manor. Sin da subito dimostra di avere una grande connessione con la casa e con tutto quello che vi è dentro.
  • Peter Quint, Assistente di Henry Wingrave, si innamorò di Rebecca Jessel e insieme progettarono di fuggire in America
  • Rebecca Jessel, La prima educatrice di Flora e Miles Wingrave, si innamora di Peter Quint.
  • Flora Wingrave, Una dolce bambina, sorella di Miles Wingrave. È in grado di sentire e comunicare con tutti i morti di Bly Manor.
  • Miles Wingrave , Il fratello maggiore di Flora, con la quale ha un forte legame. Nonostante sia un bambino gentile in certe situazioni assume dei comportamenti molto ambigui.
  • Henry Wingrave, Lo zio di Miles e Flora; dopo la morte dei genitori di quest’ultimi non vuole più avere niente a che fare con Bly Manor e lascia la cura dei nipoti ad Hannah Grose. Si scopre essere il padre biologico di Flora.
  • Viola: La signora del lago, lo spirito che aleggia e possiede la casa.

Come possono questi personaggi portare all’analisi delle differenze tra amore che libera e amore che imprigiona? Scopriamolo!

 

Bly Manor Theory: Why Peter Had Rebecca Meet Him In The Forbidden Room

L’amore che imprigiona

Ispirato al romanzo gotico “Il giro di vite” di Henry James,  Mike Flanagan ci porta all’interno di un capolavoro senza precedenti che riesce a coniugare ciò che amore che cura, rimargina le ferite del passato, ascolta e guarisce, significa, rispetto a ciò che è antitetico: L’amore che imprigiona.

Quest’ultimo amore è senz’altro rappresentato dall’unione di Rebecca Jessel e Peter Quint.

Peter, innamorato sin dal primo istante della bellezza magnetica della precedente istitutrice, ha tentato ogni modo per “possederla” o per meglio dire, manipolarla.

Le ha promesso una libertà e una vita che non aveva e che non poteva avere, e proprio nel giorno in cui stavano per partire per l’America, sono morti all’interno della casa, uccisi dalla donna del lago (che successivamente si scoprirà essere Viola, la prima persona morta a Bly Manor, dalla quale è partito il giro di vite).

“Sei tu, sono io, siamo noi”

Le parole promesse come amore da Peter e Rebecca nei confronti dei bambini, per entrare all’interno dei loro corpi e comportarsi come avrebbero voluto fare; morti all’interno della casa, ma vivi nei corpi dei bambini.

Solo così avrebbero potuto continuare ad amarsi e uscire all’esterno della casa, ancora vivi, non accettando la morte, tantomeno il distacco, come Viola prima di loro, centinaia di anni prima.

Parole che hanno circuito e manipolato i bambini, costretti a vivere dentro loop spazio-temporali (come i sogni di Flora nei quali si ricongiunge con la madre, e i comportamenti strani di Miles, sempre più appartenenti all’arroganza di Peter).

 

Jamie & Dani // The Haunting of Bly Manor // My love will never die - YouTube

 

L’amore che salva

Quest’altra tipologia d’amore è senz’altro impersonata dall’unione di Dani e Jamie.

Dani inizialmente mostrava comportamenti singolari di fronte allo specchio; pare vedesse ombre, luci accecanti, forse dei fari. Come si può analizzare ciò? Un qualcosa che non si vuole vedere? Un sentimento represso? Una sessualità non espressa? Un trauma irrisolto? Sì, certamente tutto questo la riguarda.

Dani ha da sempre avuto una relazione con un ragazzo, stavano per sposarsi, e a ridosso della data del matrimonio, dopo una lite tra i due, lui muore, travolto da un auto in corsa.

L’istitutrice non è mai riuscita a scacciare via il pensiero che fosse colpa sua, perciò la vista di uno specchio, di un riflesso la riporta alle sue ferite mai rimarginate.

Perchè Dani non era certa di volersi sposare? Perchè il suo lato sentimentale apparteneva al mondo femminile, e benchè lo sapesse, non sarebbe comunque mai stata in grado di accettarlo, si sarebbe accontentata di vivere accanto a un uomo pur di non affrontarlo.

Un’altra analisi avviene nella scena nella quale Dani viene chiusa dai due bambini di notte all’interno di una cabina armadio buia (successivamente si scoprirà che è stato un gesto di protezione nei suoi confronti).

Perchè questa scena ha così tanto valore? L’espressione che più comunemente viene espressa dal “coming out” è in realtà l’abbreviazione del concetto “Coming out of the closet” ovvero, esci allo scoperto, sii te stessa, trovando egregiamente espressione in questo contesto.

Jamie ha sicuramente, con il suo amore, aiutato a venire allo scoperto la sessualità di Dani, dandole accoglienza in quel “fiore di luna” che è la sua persona, proteggendola e standole affianco, in primis dal suo trauma, e poi dalla sua possessione.

 

The Haunting of Bly Manor | La spiegazione del finale | FilmHorror

Sei tu, sono io, siamo noi

Per poter spiegare l’ultima puntata di Bly Manor, occorre però fare un passo indietro:

Nella penultima puntata viene spiegata la storia della casa, ovvero quella di Viola e Perdita, due sorelle che concorrono per sposare la medesima persona, Arthur Lloyd.

In questo intento, riesce Viola, con il quale mette al mondo una bambina. Pian piano però scopre di essere ammalata di tisi, e di lì a poco, sempre più gelosa della vita della sorella, muore.

Solo successivamente si scoprirà che la sua bramosia di possessione e controllo l’hanno tenuta in vita come fantasma dentro la casa, anche dopo la sua morte.

Ogni notte dal lago si sveglia e torna nella casa, nella stanza con la quale condivideva la vita con il marito e la figlia, rivivendo gli stessi ricordi che stavano sbiadendo sempre più con il passare degli anni, così come il suo volto, e come il volto degli altri fantasmi che abitavano la casa da tempo.

L’unica persona che riesce a calmare la signora del lago, e conseguentemente a proteggere tutti gli abitanti della casa, è Flora, che grazie alla sua casa delle bambole, controlla ogni suo movimento.

Flora ricorda a Viola la figlia che non ha più avuto l’occasione di abbracciare, e desiderosa del suo amore, la porta con sè nel lago all’inizio dell’ultima puntata, senza accorgersi che, così facendo, sarebbe morta con lei nelle profondità del lago (ulteriore amore per possessione).

Dani, salvata precedentemente da Flora, presa dalla signora del lago, decide di ricambiare il favore e la segue mentre Viola la sta già portando in profondità, così, presa da una frase che ricordava, pronunciò le parole:

Sei tu, sono io, siamo noi

Il sacrificio di Dani libererà tutti gli spiriti prigionieri nella casa e anche il piccolo Miles, che con la scomparsa di Peter tornerà finalmente se stesso.

Perciò Peter, Hannah e Rebecca imprigionati dalla possessione e dal controllo, muoiono definitivamente, i bambini si dimenticano di ciò che è accaduto per tutti quegli anni, e tutto sembra possa tornare alla normalità, ma non per Dani, che per salvare la vita di Flora, ha fatto entrare dentro di sè il fantasma di viola.

The Haunting of Bly Manor': 10 Dani and Jamie Fanvids That Made Us Cry - Fangirlish

 

Una storia d’amore è una storia di fantasmi

Negli anni successivi Jamie e Dani vivono la loro storia, che scoprirà essere quella della sua vita, fin quando un giorno, la presenza della Signora del Lago dentro di lei diventerà insopportabile e comincerà a vederla in ogni specchio, come le accadeva con l’ex fidanzato defunto, e deciderà di fare ritorno a Bly Manor, ponendo fine alla sua vita, gettandosi nel lago.

Dani diventerà la nuova Signora del Lago, ma non farà più del male a nessuno, continuerà semplicemente a passeggiare per la grande casa, di notte.

Con questo gesto d’amore incondizionato, per proteggere i bambini, la ragazza che amava, e la sua persona, ha compiuto una scelta rinunciataria, molto diversa dall’amore di Peter e Rebecca.

L’intera storia altro non è che una metafora per raccontare la perdita della donna amata, anche per cause molto meno sovrannaturali.

Tutti gli abitanti del maniero, così come qualsiasi persona nella propria vita non si sono mai veramente scontrati con dei fantasmi ma con traumi e problemi decisamente più terreni, in particolare il dolore del lutto, impersonato da un trauma che prende il sopravvento, che lega tutti i personaggi di questa storia.

“The Haunting of Bly Manor” non è una storia di fantasmi ma una storia sulla forza dell’amore, che rimane vivo anche attraverso i ricordi ed è capace di superare ogni ostacolo, anche la morte.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.