Il Superuovo

La crisi del soggetto: Arya Stark e Vitangelo Moscarda ci spiegano il binomio tutti-nessuno

La crisi del soggetto: Arya Stark e Vitangelo Moscarda ci spiegano il binomio tutti-nessuno

Arya Stark e Vitangelo Moscarda ci insegnano come diventare nessuno.

 

 

Arya Stark è l’emblema della crisi del soggetto proposta da Pirandello nel suo capolavoro “Uno, nessuno e centomila” e la sua scissione si rivela grazie al suo mentore: Jaqen . Spregiudicato e profetico in ogni suo gesto Jaqen porterà Arya a diventare Nessuno.

“Uno,nessuno e centomila”: la storia di Vitangelo Moscarda

Pirandello mette in scena la commedia dell’esistenza in “Uno nessuno e centomila” ponendo l’attenzione sulla dicotomia di una società prigioniera delle proprie maschere. Il protagonista , Vitangelo Moscarda, scopre di avere il naso che pende verso destra e qui si innesterà la sua crisi. Da quel momento si vedrà con uno, nessuno e centomila occhi diversi. Ciò lo porterà a indagare le etichette con cui gli altri lo definiscono e a rivelare la propria identità in tutta la sua frammentarietà. Un turbine di pensieri cupi invaderà il protagonista e porterà gli altri a considerarlo folle. La barriera che Vitangelo erge tra se stesso e gli altri provoca un profondo senso di angoscia e straniamento e ciò che ne deriva è la consapevolezza di non poter essere uno solo.

E tanto ormai, fisso in questo tormento, m’ero alienato da me stesso, che come un cieco davo il mio corpo in mano agli altri, perché ciascuno si prendesse di tutti quegli estranei inseparabili che portavo in me quell’uno che ero per lui.

L’impossibilità di essere unico gli permetterà di proiettare il proprio sè nel mondo circostante discostandosi dal giudizio altrui attraverso un iter di tre tappe: la prima è quella dell’uno in cui Vitangelo cerca di trovare se stesso; la seconda tappa è quello dei centomila ossia tutti i frammenti dell’ io captati dagli sguardi altrui e infine nessuno, il raggiungimento della libertà da qualsiasi etichetta.

René Magritte – Golconda

 

Arya Stark diventa nessuno grazie al Dio dei mille volti

Arya Stark è un concentrato di tenerezza e aggressività , un ossimoro intriso di determinazione , coraggio e forza. La società avrebbe voluto costringerla nei panni di una donna elegante e composta, ma sin da bambina Arya ha mostrato la propria intraprendenza e, consapevole della propria identità ,non ha mai lasciato che quest’ultima venisse intaccata dalla crisi che imperava nei Sette regni. L’episodio che vedrà maggiormente Arya alle prese con se stessa e con l’affermazione del proprio io sarà l’incontro col Dio dai mille volti: Jaqen H’ghar. Oscuro ed enigmatico in questo personaggio alberga il dualismo del tutti-nessuno.  Sarà proprio lui, infatti, a condurre Arya verso la strada per diventare nessuno , in un mondo in cui nessuno è , pertanto, sinonimo di chiunque, ma per riuscirci Arya sarà costretta a dimenticare se stessa e le proprie origini.

La crisi del soggetto in Arya Stark e Vitangelo Moscarda

La parola crisi deriva dal greco κρίνω (krino) e significa separare. Con questo termine si era soliti indicare la trebbiatura , l’azione conclusiva della coltivazione del grano che prevedeva la separazione della granella dalla paglia. Il verbo,dunque, esprime nella sua essenza un movimento in positivo che trasuda di rinascita. La crisi che coglie Arya Stark è, pertanto, simile a quella di Vitangelo Moscarda , ma diversa nell’esito. Il protagonista di “Uno, nessuno e centomila” si perde nei propri centomila volti e quando approda in nessuno si aliena per sempre dal resto. Arya, invece , ritrova in chiunque se stessa e il suo è un atto di profonda affermazione dell’io che si mostra in tutta la propria dirompente personalità , la stessa che ha fatto innamorare milioni di spettatori e spettatrici , lettori e lettrici. Arya è affamata di personalità forti ed è questa fame che la rende se stessa : vendicativa , sanguinaria , ma anche dolce nei confronti dei propri cari.

E tu che ne pensi? Faccelo sapere!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: