I perfidi Xeno sono realistici? Un po’ di esobiologia dell’universo di Warhammer 40k

 

   L’Ordo Xeno sanziona e benedice questo blog, l’Imperatore ci protegge! 

Molto bene Mon’Keigh, oggi parliamo di alieni! Di fatti vivendo in un universo in continua espansione thanks to energia oscura, la probabilità di trovare una seconda roccia dove vivono altri individui diversamente umani è tutt’altro che improbabile, anzi, è inverosimile il contrario. Ecco quindi alcuni esempi dalla tetra oscurità del lontano futuro dell’universo di warhammer 40k, dove quello che non pezta di brutto urlando waaagh, tende ad avere poteri psionici o banalmente divorare pianeti come sciami di locuste intergalattiche.


I ragazzi di Games Workshop hanno fatto un lavoro impressionante negli ultimi 40 anni per rendere vasto e caratterizzato questo universo. Per certi versi condivide tratti Lovecraftiani ma mantenendo l’ambiente sci-fi e un opprimente cyber-punk che accompagna in maniera bilanciata l’osservatore. Chiaramente contiene una componente notevole di fantasia ma cerca sempre di mantenere una realisticità di fondo. Ricordiamo che noi viviamo nel 2000, il tutto è ambientato nel 40000.

Esobiologia vera

Nella realtà abbiamo un problema. Ossia il fatto che sono ridicolmente distanti. Infatti sono distanti decine (il più vicino 11) e centinaia di anni luce i primi esopianeti. Con esopianeti parliamo di pianeti abitabili che potrebbero ospitare oltre noi, anche vita autoctona. Venere e Marte sono abbastanza simili o possono esserlo stati in passato, tuttavia ormai la loro atmosfera è intollerabile per la vita. Nel nostro sistema solare possiamo trovare un corpo celeste compatibile nella luna di Saturno Titano.

Di fatti rappresenta uno dei possibili siti esplorabili in futuro. Tuttavia non aspettiamoci più di qualche batterio nelle zone con acqua liquida. Stesso discorso nelle zone ghiacciate di Marte.

L’universo di Warhammer 40k è molto diverso perchè comprende una pesante influenza da parte della dimensione del Warp, che collega tutti gli universi come la crema tra i biscotti Oreo, tuttavia uno sguardo sulla fisiologia appare doveroso.

PURGE THE XENOS!!!

Un antico necrotyr antecedente al trasferimento nei corpi metallici

Nell’universo tetro e cruento di Warhammer 40k ci sono veramente una marea di specie senzienti sparse per la galassia, i più non sono aggressivi se non osteggiati nei propri interessi.  Tra questi troviamo diversi celebri o rilevanti. Diciamo che la razza iperavanzata degli Antichi di casino ne hanno fatto parecchio nel disseminare razze senzienti qua e la. Quando i Necrotyr cercarono di costringerli con la forza a svelargli il segreto dell’immortlità questi dissero: “Nope” e gli diedero un sonoro calcio nel raggrinzito fondo schiena. Quando però tornarono alla carica questi ultimi sotto forma di automi metallici implacabili e con al seguito entità stellari capaci di piegare la realtà a proprio piacimento, gli C’tan, beh anche i cari antichi furono necessitati nel richiedere un aiutino. Così fondamentalmente gli Eldar dovettero farsi sotto per contenere l’avanzata di questa minaccia che avrebbe facilmente portato alla fine della vita nella galassia. Grazie alla vittoria degli Aeldari sui Necron a seguito della distruzione dello C’tan chiamato Noctifero da parte della divinità della guerra e dell’omicidio Khaine la galassia si salvò e le razze minori come Tau, Orki, Umani, Kroot, Jokaero poterono progredire.

Gli umani di fatto impiegarono millenni per poter raggiungere la capacità di viaggiare nello spazio e per molti milioni di anni dopo la vittoria sui Necron con la scomparsa degli antichi gli Eldar dominarono (giustamente) la galassia. Inoltre finchè l’Imperatore non riunì l’umanità dispersa per le stelle nel 30k non si riesce proprio a parlare di Imperium.

 

 

 

Partiamo con qualche razza famosa e valutiamoli nella realisticità:

ELDAR:

Sono una razza che ha fatto il bello e cattivo tempo per milioni di anni in tutta la galassia. Nono sono ostili in assoluto, arroganti sicuramente, ma (a parte l’etnia dei Druchari) non vogliono altro se non la sconfitta del Caos e il resuscitare del proprio antico impero.

Assomigliano ad una sorta di elfi dello spazio. Si tratta di una specie dall’enorme potenziale psichico. Ogni eldar possiede una discreta capacità psionica che gli permette di incanalare il potere caotico del Warp, il reame demoniaco dove le emozioni degli esseri viventi si accumula in esseri malevoli e senzienti, ossia i demoni. Assomigliano agli umani per l’aspetto. Differiscono per le orecchie che sono prevedibilmente a punta e occhi lievemente a mandorla. Sono longilinei e sinuosi e vantano una agilità ed eleganza raggiungibile sono dai ballerini umani più esperti. Non possiedono grasso corporeo ed hanno un sistema nervoso sviluppato in modo insolito, che gli fa percepire più a fondo le emozioni e sensazioni. Possiedono sensi molto sviluppati, che gli permettono di vedere nel buio ed udire suoni impercepibili agli umani grazie al loro sistema nervoso. La possanza psichica degli eldar porta ad uno strano riflesso nel Warp e le loro anime sono un piatto prelibato per i demoni che lo abitano. Di fatto tendono a cadere in ossessioni e compulsività molto più facilmente delle altre razze senzienti. Ne sono un esempio i guerrieri d’aspetto degli immensi Arcamondi che solcano il vuoto.

Il loro modo di accoppiarsi è di fatto simile alla maniera umana, tranne per il fatto che i gameti vengono scambiati progressivamente non in un colpo solo.

 

 

 

Orki:

Ok tutti li adorano. Capire gli orki è abbastanza facile. Nella sua vita un Orko vorrà solo una zpakka più grozza, uno zpara più zparozo ed una buggy più veloce e rumosa. Quando l’avrà ottenuta ne cercherà una ancora più grozza,rumoroza o zparoza.

Sono primitivi e vivono per la gioia della battaglia. La loro società segue la legge del più forse, dove il più grozzo domina il più pikkolo. Sono una razza buff sotto certi aspetti e sono funghi, infatti si ripoducono attraverso delle spore e si riuniscono in bande da guerra numerosissime per razziare. Questi gruppi sono detti WAAAAGH!!!, dall’analogo urlo di guerra. Posseggono una peculiare latenza psionica, che permette una sorta di comunione collettiva di menti che si intesse nel Warp in un campo detto campo waaagh che gli permette di far funzionare oggetti che non dovrebbero funzionare. Non pochi crani di metallo dell’adeptus mecchanicus dell’imperium dell’uomo sono stati grattati alla vista di orki che brandendo delle marmitte uccidevano sparando proiettili veri contro fanti della guardia imperiale.

Sono di fatto onnivori, tuttavia essendo per metà vegetali hanno mantenuto una capacità primitiva  di compiere la fotosintesi  Gli orki sono stati progettati dagli antichi per combattere come soldati. Di fatti per quanto la loro biologia sia semplice paragonata ad altre razze diviene evidente il fatto che siano stati progettati col fine del combattimento, vista la loro corporatura tozza ed i forti muscoli.

TAU:

 

Sono una razza parecchio giovane e dalla notevole tecnologia. E’ divisa in caste molto rigide, i cui membri condividono tratti appropriati ad espletare i loro  compiti nella società. Richiamano visivamente gli alieni comunemente intesi e sono qualcosa di simile a dei pesci antropomorfi con gli zoccoli. Recentemente hanno combattuto duramente contro il genere umano per il dominio di un settore stellare. La loro intera società è incentrata sul Bene superiore e di fatto preferiscono la diplomazia alla guerra. In guerra sfruttano ampiamente esoscheletri da combattimento.

 

 

 

 

Tiranidi

Blatte, locuste spaziali, bestie di satana, chiamatele come volete, il concetto è lo stesso. Non si sa bene cosa li abbia attirati nella Via Lattea, di fatto sono un orrore spaziale che porta in campo orde infinite di bestie-arma di varia natura, forma e dimensione, con un solo abbiettivo: Nutrirsi di biomassa. Risulta realmente impossibile descrivere in maniera esaustiva l’anatomia della razza Tiranide, in quanto si adattano ai nemici che combattono/mangiano, sfornando nuove bestie da battaglia sempre fresche grazie alla mera selezione naturale anche solo tra simili. Tuttavia ogni loro azione è finalizzata ad ottenere nuova biomassa da consumare per riprendere il viaggio verso la prossima preda.

 

2 thoughts on “I perfidi Xeno sono realistici? Un po’ di esobiologia dell’universo di Warhammer 40k

  1. Dai, per una volta bisogna dire che non avete rubato, avete fatto un articolo estremamente riduttivo, pressapochista, senza contenuti, senza neppure grattare un miliardesimo della profondità di Warhammer FB(Fantasy Battle, non Facebook, eh, che poi cercate Vlad Von Carstein su Facebook e poi il vostro Direttore dice che Isabella è stata la sua 75sima vittima sessuale) e warhammer 40k, con la scrittura di un quindicenne e l’approfondimento di Bruno Vespa. Però dai, stavolta prenderete svariate shitstorm dai fan di warhammer, state facendo un signor lavoro, state facendo incazzare OGNI community del Web, bravi filosofi pro-Atene. Ps: non avevo dubbi che tifavate Eldar.

    • Ciao, sono Marco Bonvicini, l’autore di questo articolo.
      Come puoi vedere questo è un articolo su warhammer 40k, wh fantasy non c’entra un ciuffolo. Chiaramente essendo un articolo non per appassionati non può contenere un piffero del bg sterminato che fornisce l’universo games workshop (che per altro non voglio sconvolgerti, ma sappi che wh 40k e fantasy sono due universi paralleli, collegati dal warp come la creama degli oreo collega i due biscotti. Leggi il liber caotica se vuoi le prove. Quindi il panorama diviene estremamente dettagliato). Se mettessi tutto quello che c’è da sapere sulla cultura di ogni razza xeno 1, nessuno lo leggerebbe, 2 non mi laureerei più, 3 userei la mia sacca scrotale per esercitarmi nel lancio del martello, 4 mi planerebbe nell’intestino retto Nicholas Astropate tempo 3 ore.

      Detto questo, considerati sfidato a duello in singolar tenzone per aver osato insultare gli eldar. Appena finita la quarantena ti dirò il primo torneo a cui parteciperò e ci vedremo li, oppure cercheremo un modo per regolare i conti mon’keig. Preparati, perchè porterò una lista così acida da costringere la gente ad usare un barattolo di brioschi come elemento scenico.

E tu che ne pensi? Faccelo sapere!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: