Ogni persona, nel corso della sua vita, è costretta a interpretare determinati ruoli. Ogni ragazzo infatti é contemporaneamento figlio, amico, studente, compagno di squadra, fidanzato. Altrettanto, ogni genitore é lavoratore, amico, marito o moglie, genitore,  figlio. E così ogni persona é chiamata a ricoprire un ruolo diverso a seconda della situazione.

ROLE-SET: LA VITA COME INSIEME DI RUOLI

Il concetto di Role-Set va quindi oltre all’idea delle maschere pirandelliane. Il primo a chiamare questo fenomeno con tale nome é Robert King Merton, un sociologo americano appartenente alla corrente funzionalista di tale materia. È il suo pensiero rispecchia esattamente tale corrente, che concepisce la società come un insieme di parti interconnesse. In tal modo, nessuna di esse può essere isolata dalle altre. Ogni elemento presente in ogni parte concorre per creare e mantenere funzionante tutto quell’apparato che chiamiamo Società.

I mille diversi ruoli nella società: genitore, cuoco, lavoratore…

I CONFLITTI D’INTERESSE TRA RUOLI

Durante i suoi studi però, Merton osserva con grande cura anche i conflitti di ruolo che si vengono a creare con questa continua correlazione. Egli determina così due grandi gruppi: i conflitti intra-ruolo (role strain) e i conflitti infra-ruolo (role conflict).
I primi vengono a crearsi nel momento in cui le aspettative relative ad una posizione di status vengono a confrontarsi con quelle di un’altra posizione. Un esempio può essere identificato nel conflitto di interessi tra il ruolo di lavoratore (fermarsi fino a tardi per lavorare) e di genitore (tornare a casa presto per occuparsi del figlio).
I secondi invece nel momento in cui emergono aspettative opposte all’interno della stessa posizione di status. Ne costituisce un esempio il caso in cui un genitore debba al contempo incoraggiare il figlio ad esprimersi liberamente ma anche ad obbedire all’autorità.
L’intero interazionismo pone in realtà l’attenzione, più che sulla funzione, sul significato che gli attori attribuiscono all’interazione. Pertanto, ogni ruolo è rinnovabile in relazione agli attori che interagiscono tra di loro.

Il Primo Ministro Michael Callow

UN ESEMPIO: MICHAEL CALLOW

“Si tratta di una richiesta molto semplice: alle 16.00 di questo pomeriggio, il primo ministro Michael Callow dovrà apparire in diretta televisiva nazionale, su tutti i network, terrestri e satellitari. E dovrà avere un pieno e completo rapporto sessuale con un maiale”. Questa è la richiesta del rapitore della principessa britannica Susannah nella serie TV “Black Mirror” (Stag. 1, ep. 1). Niente soldi, solamente una sfida al potere. Una sfida morale. Pena: la morte della giovane.
Quest’episodio è un esempio lampante della teoria del Role-Set, in particolare dei role conflict. Il primo ministro, infatti, si ritrova costretto ad una spiacevole scelta: l’integrità morale davanti al popolo, oppure davanti alla moglie.
Vengono così a scontrarsi i ruoli di marito e di premier, dato che la moglie si aspetta che Michael non arrivi a tanto per salvare una vita, e dato che la folla si aspetta che egli sia disposto a tutto pur di salvare la principessa.
L’impatto che questa situazione ha su Callow è enorme; i doveri e le aspettative a cui è sottoposto, da una parte e dall’altra, rendono la persona che dovrebbe avere più potere ad essere, paradossalmente, quella con meno potere.
La scelta è ardua: meglio essere rinnegato da tutto il popolo ma amato dalla moglie, oppure essere supportato da tutti ma odiato dalla moglie?

Matteo Bersi

E tu che ne pensi? Faccelo sapere!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: