Il Superuovo

Essere donna in un mondo al maschile è difficile? Scopriamolo insieme paragonando scienziate e filosofe

Essere donna in un mondo al maschile è difficile? Scopriamolo insieme paragonando scienziate e filosofe

La teoria di tutte è il nuovo programma che mette in rilievo il ruolo della donna in campo scientifico

Il nuovo programma di LaF, in onda da questa sera, sarà un viaggio alla scoperta di otto eccellenze italiane: otto donne che si sono affermate in campo scientifico in Italia. Al timone della trasmissione ci sarà Gabriella Greison, al suo debutto come conduttrice. La storia però è tristemente nota per essere “misogina” e soprattutto nei campi come la filosofia le donne hanno trovato e tutt’ora trovano pochissimo spazio per affermarsi.

La teoria di tutte

Il nuovo programma del canale LaF prenderà il via stasera e sin dal titolo si intuisce la tematica del programma: la scienza. Il titolo infatti è ispirato al famosissimo libro che narra la storia di Stephen Hawking. Questo nuovo format è infatti dedicato alla scienza ed essa viene raccontata attraverso le storie delle donne che l’hanno studiata, esplorata, fatta conoscere e soprattutto fatta crescere. Lo show televisivo vedrà messe in onda 8 puntate condotte dalla fisica nucleare Gabriella Greison e questo segnerà il suo debutto come conduttrice ma non da divulgatrice divulgatrice scientifica perché è già nota agli appassionati di scienza per essere anche scrittrice, performer teatrale e autrice di podcast, tutto a servizio delle scienze. Queste storie delle grandi scienziate del passato saranno messe vicine a quelle delle grandi scienziate (da Margherita Hack a Maria Curie) a noi contemporanee. Il programma che parte stasera sicuro promette bene e spero si faccia luce sulla discriminazione delle donne in questi campi di ricerca “maschili”.

Le donne in filosofia

Le donne nel mondo della filosofia sono sempre state presenti nel corso della sua storia, ma poche sono state riconosciute davvero come filosofe e poche anzi pochissime sono state menzionate nei manuali come autrici di opere filosofiche nel canone Occidentale. Fino al 1800 la filosofia è stata campo di dominio degli uomini e ha avuto solo qualche acuto e non un continuum. Solamente dai  primi anni del XIX secolo alcuni college ed università del Regno Unito e degli USA hanno incominciato ad ammettere anche le donne, dando così vita a nuove generazioni di studiosi di sesso femminile. Dagli anni ’90 in poi inoltre abbiamo anche le prime statistiche che ci danno i numeri delle donne che sono realmente impegnate nel campo delle scienze umane; con ciò infatti viene alla luce che sono proprio le scienze umane quelle che risultano le meno proporzionate in relazione al genere. Due sono i casi eclatanti di donne filosofe che si sono spese per la causa ed hanno porto il focus sulla questione, ad esempio Jennifer Saul, insegnante di filosofia del linguaggio all’Università di Sheffield, che ha detto che la filosofia è non solo la più antica tra le scienze umane, ma anche la più bianca e rimane in realtà appannaggio prevalente del sesso maschile.

Chi sono le otto scienziate che partecipano al programma

Come abbiamo già detto: 8 puntate con altrettante ospiti donne che si sono distinte nel campo della fisica. Ma chi sono le 8 esperte che ci intratterranno? Angela Marinoni, climatologa al CNR di Bologna, Erminia Bressi, in prima linea sulla ricerca oncologica al CNAO di Pavia, Lucia Gardossi, chimica presso l’Università degli Studi di Trieste, Maria Felicia De Laurentis, docenti ruolo di Astronomia e Astrofisica presso l’Università Federico II di Napoli e ricercatrice dell’INFN, Lucia Votano, prima donna Direttrice del Laboratorio del Gran Sasso dell’INFN, Claudia Gemme, fisica dell’INFN e che si occupa del progetto Atlas al CERN, la biologa marina Sabina Airoldi, Responsabile ricerche per il CSR e la vulcanologa Rosa Anna Corsaro, ricercatrice dell’INGV Osservatorio Etneo di Catania. Un parterre di donne che rendono grande il nome dell’Italia nel mondo della scienza anche all’estero e che seguirò con molto interesse, sperando in un futuro con migliori prospettive di integrazione anche per noi “sesso debole”

 

E tu che ne pensi? Faccelo sapere!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: