Il Superuovo

“Donne? Giusto che siano pagate meno”. Medico ritratta la sua dichiarazione

“Donne? Giusto che siano pagate meno”. Medico ritratta la sua dichiarazione

Ha ritrattato quanto detto, il medico texano che avrebbe dichiarato come il divario salariale tra uomini e donne sia imputabile alla minor quantità (e volontà) di lavoro da parte dei medici donna. Ma per il “gentil sesso” – vittima dell’attacco verbale del professionista – le scuse non sembrano essere sufficienti. Nel frattempo, l’indignazione generale dilaga sui social media.

donne
Disparità di genere, credit: Event Report

Nemmeno le repentine scuse fatte pubblicamente sul web sono bastate a placare quel 50% della popolazione mondiale punto nel vivo dalle sue dichiarazioni. È stata una vera e propria bufera mediatica quella scatenatasi contro il dottor Gary Tigges – medico della Plano Internal Medicine Associates – che in un commento pubblicato sul Dallas Medical Journal avrebbe affermato che “le dottoresse non lavorano tanto quanto i colleghi maschi e si occupano di un numero inferiore di pazienti”. Tale affermazione sarebbe apparsa in un articolo che raccoglieva i pensieri di diversi professionisti circa il tema divario salariale tra sessi, in risposta ad uno studio che avrebbe rilevato come i medici donna siano pagati un terzo in meno rispetto agli uomini.

Gli uomini scelgono la carriera, le donne invece la famiglia

“Le donne lavorano meno dei medici uomini: questo per scelta, o semplicemente perché preferiscono non fare le cose frettolosamente, o ancora perché non vogliono lavorare per lunghe ore” avrebbe chiosato Tigges, sottolineando come molte donne (a suo dire) optino per dare priorità a famiglia e vita sociale, piuttosto che dedicarsi pienamente alla propria carriera lavorativa. “Non c’è qualcosa in particolare che deve essere fatto in merito, a meno che i medici di sesso femminile non vogliano lavorare più ore. Fin quando non sarà così, le donne dovrebbero continuare ad essere pagate di meno”.
Tutte dichiarazioni che –  dopo l’immediata reazione della controparte femminile – sono state immediatamente rinnegate dallo stesso medico texano, il quale ha sfruttato il palco digitale del sito web del Plano Internal Medicine Associates per porgere le sue scuse.

donne
Credit: La Voce Sociale

Dopo le scuse, l’invito a lavorare insieme

“Ho saputo di molti medici di sesso femminile che non sono d’accordo con quanto ho detto e si sono sentiti profondamente feriti ed offesi dal mio commento sul Dallas Medical Journal per quanto riguarda la retribuzione tra medici di sesso diverso” avrebbe replicato Tigges, specificando come non fosse a conoscenza del fatto che il suo commento sarebbe stato pubblicato su un giornale. “Ora capisco più chiaramente quanto sia complesso questo problema e che ci siano modi in cui possiamo lavorare insieme per risolvere tali disparità”.
“La mia risposta è suonata orribile e non riflette ciò che stavo davvero cercando di dire” avrebbe infine affermato il medico parlando ai microfoni del Dallas News. “Non sto dicendo che le donne dovrebbero essere pagate meno, ma semplicemente che guadagnano meno a causa di altri fattori”.

Un’errata corrige doverosa, ma che non pare aver soddisfatto le dirette interessate: troppo abituate a cogliere quel pregiudizio di genere che in modo sempre meno velato si nasconde in moltissime sfaccettature del quotidiano, tanto che ormai un semplice “chiedo scusa” non sembra essere più accettabile.

Francesca Amato

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: