Il Superuovo

Dare il giusto valore al tempo: scopriamo come attraverso Orazio e John Mayer

Dare il giusto valore al tempo: scopriamo come attraverso Orazio e John Mayer

Riuscire ad assegnare un corretto peso al tempo è un dilemma che attraversa…il tempo.

(guardianideltempo.it)

Non sempre siamo in grado di goderci l’attimo che stiamo vivendo: i ricordi e l’attesa del futuro talvolta ci annebbiano la vista verso ciò che possiamo rendere possibile oggi. È importante non farci impossessare dai pensieri negativi e vivere con un po’ di leggerezza.

Carpe diem: l’augurio di Orazio all’uomo

Chi vuol esser lieto, sia: di doman non c’è certezza: così scriveva Lorenzo de Medici, Signore di Firenze e figura chiave del mondo culturale italiano nel Quattrocento. La sua riflessione sulla fugacità del tempo affonda le radici in epoche più remoti: il tema del tempo e del suo scorrere è uno dei misteri più grandi di tutti tempi, sul quale gli uomini riflettono da sempre. Un esempio fornitoci dal mondo antico è quello del poeta latino Orazio, nato nel I secolo a.C., divenuto celebre per il suo detto Cogli l’attimo. Quest’ultimo mette al centro delle sue poesie, oltre a temi civili, quello del tempo. Nelle Odi, assumendo i panni del maestro di vita, Orazio invita i lettori a godere l’attimo, senza interrogarsi di che cosa il destino ci riservi per il futuro.

Carpe diem, quam minimum credula postero.

La vita è troppo breve per fare affidamento sul futuro e proprio per questo è importante vivere pienamente e felicemente il presente. Questo non annulla certamente lo scorrere della vita verso la morte, ma rende l’uomo padrone dell’unico tempo che gli appartiene realmente.

Stop this train: a volte, per ripartire, abbiamo bisogno di fermarci

La canzone Stop this train è tratta da Continuum, il terzo album del cantautore e chitarrista statunitense John Mayer. Il cantautore, attraverso la metafora del treno, si sofferma sul valore del tempo e manifesta le sue insicurezze nel vederlo scorrere incessantemente. Chiede al treno del tempo di fermarsi per un momento, pur essendo consapevole che ciò non sarà in alcun modo possibile perché esso continuerà il suo viaggio. Desidera per un momento “tornare a casa di nuovo”. Una casa che rappresenta, con molta probabilità, i luoghi dell’infanzia e la sicurezza che essi gli conferivano. Tutta la canzone, infatti, è permeata, oltre che da un senso di irrequietudine verso il futuro incerto, anche da una sorta di malinconica nostalgia verso il passato. Passato, presente e futuro nella canzone sono fortemente connessi e creano un unico continuum: John Mayer afferma di temere la vecchiaia, che rappresenta il futuro, ma sa che la vita scorre e, non potendola fermare, la si può soltanto vivere.

Stop this train
I wanna get off and go home again
I can’t take the speed it’s moving in
I know I can’t
But honestly, won’t someone stop this train?

(liberopensiero.it)

Vivere il momento presente

La nostra quotidianità è permeata di espressioni che hanno a che fare con il tempo: “tempo al tempo”, “da quanto tempo”, “lascia che sia il tempo”, “il tempo vola”, e così via. Da questo si può comprendere come esso rivesta nel nostro immaginario un valore grandissimo e forse proprio per questo nutriamo nei suoi confronti una sorta di odi et amo. Talvolta esso sembra non scorrere mai, altre volte corre troppo in fretta. Nel primo caso vorremmo velocizzarlo, per far finire prima la noiosa lezione di matematica alla quale stiamo assistendo, nel secondo caso invece vorremmo che si moltiplicasse, per non far finire mai il pomeriggio che stiamo trascorrendo in compagnia. È molto importante, però, non dare ad esso troppo peso: anche il tempo che trascorriamo nel pensare al tempo…è tempo. È necessario quindi, come auspicato da Orazio, affidargli il giusto valore, nella consapevolezza che l’unico momento nel quale possiamo agire è quello presente. Ciò non significa essere incuranti del passato e spavaldi nei confronti del futuro, ed è giusto talvolta volersi fermare per riflettere, come afferma anche John Mayer. L’importante è che questo non prenda il sopravvento su di noi, impedendoci di vivere appieno ciò che stiamo vivendo e di cogliere le opportunità che la vita in ogni momento ci offre.

(festascienzafilosofia.it)

E tu che ne pensi? Faccelo sapere!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: