Dai baci di Catullo a “Lover” di Taylor Swift: un amore totalizzante

L’amore vissuto come esperienza totalizzante, in uno dei componimenti più celebri di Catullo e nel nuovo singolo di Taylor Swift.

 

Taylor Swift, cantautrice.

Manca sempre meno alla pubblicazione dell’album “Lover” di Taylor Swift, in uscita il 23 agosto. Da poco è stato pubblicato l’omonimo singolo, che con più di 16 milioni di riproduzioni su Spotify è già presente nelle classifiche globali dei brani più ascoltati.

Lover: le parole e il significato del brano

Can I go where you go?
Can we always be this close forever and ever?
And ah, take me out, and take me home (forever and ever)
You’re my, my, my, my lover

(Posso andare dove vai tu? Possiamo essere così vicini per sempre? E portami fuori, e portami a casa – per sempre…tu sei il mio, mio, mio, mio amante).

A cantare “Lover” è una Taylor Swift romantica. La cantautrice parla di un amore totalizzante. Parla di una vita insieme, del desiderio di non allontanarsi dalla propria metà. Nel brano i due amanti diventano quasi una cosa sola, e mentre creano i propri spazi sentono la necessità di celebrare il loro amore di fronte al mondo intero. Sembra un brano fortemente autobiografico, nel quale probabilmente l’artista accenna alle vicinissime nozze con l’attore Joe Alwyn.

We could let our friends crash in the living room
This is our place, we make the call […]
Ladies and gentlemen, will you please stand?
With every guitar string scar on my hand
I take this magnetic force of a man to be my lover
My heart’s been borrowed and yours has been blue
All’s well that ends well to end up with you
[…]
And at every table, I’ll save you a seat, lover!”

(“Potremmo ospitare i nostri amici nel salotto; questo è il nostro posto, decidiamo noi […] Signori e signore, potete per favore alzarvi in piedi? Con ogni cicatrice da corda della chitarra sulla mia mano, prendo questa magnetica forza di uomo come mio amante. Il mio cuore è stato preso in prestito e il tuo è blu…tutto ciò che finisce bene è ciò che finisce con te […] e in ogni tavolo, ti terrò un posto, mio amore.”)

 

L’album “Lover”, da cui è estratto il brano omonimo.

L’amore di Catullo: il Carme dei baci

Nel vasto panorama della letteratura latina, Catullo è tra gli autori più amati dai giovani. Questo forse si verifica per l’immediatezza della sua poesia, che mediante forme proprie del linguaggio quotidiano parla di amore e di passione. Emblematico a tal proposito può essere il Carme 5 del suo canzoniere, in cui emerge un amore che è quasi una scelta di vita.

Vivamus mea Lesbia, atque amemus,
rumoresque senum severiorum
omnes unius aestimemus assis.
Soles occidere et redire possunt:
nobis cum semel occidit brevis lux,
nox est perpetua una dormienda.
Da mi basia mille, deinde centum,
dein mille altera, dein secunda centum,
deinde usque altera mille, deinde centum;
Dein, cum milia multa fecerimus,
conturbabimus illa, ne sciamus,
aut ne quis malus invidere possit,
cum tantum sciat esse basiorum
.”

Catullo, Carme 5

(“Viviamo, o mia Lesbia, e amiamoci,
e le dicerie dei vecchi severi
consideriamole tutte di valore pari a un soldo.
I soli possono tramontare e risorgere;
noi, quando una buona volta finirà questa breve luce,
dobbiamo dormire un’unica notte eterna.
Dammi mille baci, poi cento,
poi ancora mille, poi di nuovo cento,
poi senza smettere altri mille, poi cento;
poi, quando ce ne saremo dati molte migliaia,
li confonderemo anzi no, per non sapere il loro numero
e perché nessun malvagio ci possa guardare male,
sapendo che ci siamo dati tanti baci.”)
  Traduzione di Luca Canali

Uno dei passi più celebri dell’opera di Catullo.

Avvolti dall’amore: da Catullo a Taylor Swift

L’amore è al centro dell’arte di tutti i tempi. L’opera di Catullo e il brano di Taylor Swift hanno in comune la concezione di un sentimento tanto forte da poter coinvolgere, con la sua passione, l’intera vita di un uomo. In una realtà in cui sempre più spesso si sente parlare di guerra e di scontri di ogni genere, sarebbe utile per tutti riscoprire il nostro tenero patrimonio letterario con opere di grande immediatezza quali i componimenti di Catullo. Ecco che, più vicino a noi di quest’ultimo, Tiziano Ferro ci insegna che l’amore è una cosa semplice. Taylor Swift sembra averlo già capito. Noi, che aspettiamo?

Leave comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.