A distanza di secoli dalla nascita di Copernico ci sono gruppi di persone che mettono continuamente in discussione la teoria eliocentrica. Questo avviene ad opera di coloro che sostengono la teoria della terra piatta. A cosa si deve però tutto questo dubitare di fatti ormai provati?

Copernico
Niccolò Copernico

Il 19 febbraio è stato l’anniversario della nascita di Niccolò Copernico, matematico ed astronomo polacco a cui si deve la teoria eliocentrica come la conosciamo oggi. Fu cresciuto da uno zio vescovo e così entrò a far parte della Chiesa Cattolica. La sua curiosità era talmente grande da dedicarsi agli studi più disparati: matematica, medicina, legge ed economia. Ma l’aspetto più importante fu appunto l’astronomia, al quale dedicò maggior interesse. Ed è proprio questa sua passione per le stelle che gli permise di elaborare la teoria eliocentrica, per la quale passò alla storia.

Storia dell’eliocentrismo

Copernico si ispirò all’ipotesi di Aristarco di Sarno, secondo il quale non era il sole a girare attorno alla terra ma il contrario. Questa teoria venne pubblicata l’anno della sua morte nel libro De revolutionibus orbium coelestium (Delle rivoluzioni dei corpi celesti). Il modello dello scienziato polacco prevede che il sole sia il centro di un sistema e attorno ad esso ruotano i vari pianeti, tra cui la Terra. Ciascun pianeta poi, ruotando attorno al proprio asse, consente l’alternarsi del giorno e della notte. L’uomo vede gli altri corpi celesti muoversi grazie ad un effetto definito moto apparente in quanto dal nostro punto di vista ci sembra di vedere gli altri corpi celesti muoversi.

Nel 1616 la Chiesa bandì la teoria di Copernico in quanto contraria alle Sacre Scritture. L’eliocentrismo copernicano, nonostante diede inizio alla rivoluzione scientifica, non era però privo di difetti. Infatti questo riportava degli elementi che risultarono essere fallaci nei confronti della teoria stessa. Prima fra tutte l’orbita dei pianeti. Copernico la considerava circolare, quando in realtà si scoprì successivamente essere ellittica. Questi errori rendevano la teoria eliocentrica non più precisa di quella geocentrica. Fu poi grazie a Galileo Galilei e alla formulazione delle leggi di Keplero che l’eliocentrismo proposto da Copernico venne finalmente accettato.

I terrapiattisti e la non accettazione della teoria di Copernico

Al giorno d’oggi fa molto scalpore l’esistenza di gruppi di terrapiattisti che sono convinti dell’inesattezza della teoria di Copernico. L’idea che la Terra sia piatta ha dato origine ad una serie di speculazioni da parte di alcuni, prive di qualsiasi fondamento scientifico. Secondo alcune di queste ipotesi non solo l’eliocentrismo sarebbe una farsa, ma addirittura il sole e le altre stelle non esisterebbero neanche. Una delle teoria più fantasiose è quella che prevede l’esistenza di una cupola che ricopre il pianeta (rigorosamente piatto) ,e il sole, così come le altre stelle, non sarebbe altro che una proiezione luminosa su questa cupola. Un’altra ipotesi è quella secondo la quale il sole e la luna sono in rotazione sopra il disco della Terra e quindi ciò spiegherebbe, secondo loro, l’alternanza del giorno e della notte.

Cosa porta queste persone a pensare ciò non è ancora ben chiaro. Può essere semplicemente l’idea di ritenersi liberi da quello che loro definiscono il “plagio delle menti da parte del sistema e dei potenti“? O magari un fallimento del sistema scolastico che non è in grado di soddisfare le esigenze di tutti, in modo particolare di coloro che sono in grado di negare le evidenze scientifiche? L’unica cosa certa è che qualsiasi prova a dimostrazione dell’eliocentrismo verrà bollata come falsa da parte dei terrapiattisti in quanto siamo tutti plagiati dal sistema. Sicuramente in questo momento Copernico si sta rigirando nella tomba, così come Galileo Galilei e Keplero. Per chiunque volesse approfondire l’argomento e scoprire maggiori informazioni sulle illogiche teorie dei terrapiattisti le trova cliccando qui, qui e qui.

Michele Sciamanna

E tu che ne pensi? Faccelo sapere!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: