Non esistono gli elisir di lunga vita e di certo non hanno l’aspetto di un’infusione di sangue giovane. La Food and Drug Administration ha messo in guardia i consumatori dalle aziende che propongono trasfusioni di sangue di individui giovani con un comunicato pubblicato il 19 febbraio.

Primi esperimenti

Il plasma è la parte liquida del sangue che contiene proteine essenziali per la coagulazione sanguigna. Può essere somministrato nelle situazioni di forte sanguinamento o nei pazienti con gravi malattie del fegato. Alcuni esperimenti sono stati effettuati sui topi, connettendo chirurgicamente i sistemi cardiocircolatori di un topo vecchio e di uno giovane a livello dell’addome. In alcuni casi si sono osservati benefici sull’animale più anziano, ma è difficile capire che cosa derivi dal sangue nuovo. Inoltre, questo tipo di intervento finiva per danneggiare i topi giovani che dopo il trattamento apparivano invecchiati. In altri casi di trasfusione tra topi non è stato possibile capire se i timidi benefici sulla salute dei roditori anziani fossero riconducibili al plasma giovane. Inoltre, anche se gli studi sui topi hanno individuato nel plasma alcune proteine che potrebbero avere un ruolo rigenerativo, i risultati sono stati difficili da replicare.

La talpa senza pelo che sembra non invecchiare mai.

 

Oltre al danno la beffa

Alcune aziende avrebbero negli ultimi mesi venduto posti in liste d’attesa per trasfusioni di sangue giovani a cifre astronomiche di oltre otto mila dollari. In risposta a quanto stabilito dalla FDA, queste hanno comunicato di aver cessato i trattamenti sui pazienti. Anche se le trasfusioni di sangue sono procedure salvavita possono comunque comportare alcuni rischi come reazioni allergiche o immunitarie, trasmissione di infezioni, sovraccarico del sistema circolatorio o danni polmonari. Il tutto in una truffa al paziente senza alcun beneficio certo.

I Simpson non prevedono tutto

Nella seconda stagione dei Simpson, il signor Burns aveva bisogno di una trasfusione e l’unico sangue compatibile era quello di Bart. Dopo la trasfusione il ricco anziano iniziò a sentirsi pieno di energie e a compiere azioni difficili per uno della sua età. Questo dimostra che a volte le famose previsioni di questo cartone animato sono totalmente sbagliate. Anche nella letteratura latina abbiamo un esempio simile nelle Metamorfosi di Ovidio. La maga Medea, accolta a palazzo di Pelea, aiuta il padrone della reggia a riprendersi da un malore fisico suggerendogli di fare una trasfusione con del sangue di un giovane agnello.

Il signor Burns sul letto d’ospedale che sta facendo la trasfussione.

 

Alberto Simula

E tu che ne pensi? Faccelo sapere!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: