Il Superuovo

Barbie, Amore e Ginnastica: De Amicis ci racconta della donna nello sport

Barbie, Amore e Ginnastica: De Amicis ci racconta della donna nello sport

Una giovane ginnasta ispira la nuova Barbie, una vecchia ginnasta aveva ispirato l’opera di Edmondo De Amicis.

Barbie guarda allo sport: una bambola ginnasta è il nuovo progetto che mira a fornire ai più piccoli dei positivi modelli d’ispirazione. La bambola prende forma a partire dalla giovane e straordinaria atleta Milena Baldassarri.

Milena Baldassarri

Milena Baldassarri è una nuova Barbie

La giovanissima Milena Baldassarri, classe 2001, ha già con risultati straordinari raggiunto il sogno di diventare una ginnasta. Tenacia e continua ricerca della perfezione sono la chiave dei suoi risultati, racconta, e spera di essere da esempio per i più piccoli adesso che è diventata una bambola, a partire da un’iniziativa di Barbie che mira a fornire dei positivi modelli d’ispirazione. I podi che l’atleta vanta sono Europei e Mondiali, e nel 2019 ha raggiunto la qualificazione olimpica. A proposito della sua Barbie dice “È una sensazione bellissima sapere di essere una Role Model Barbie e poter essere di esempio per le bambine, piccole ginnaste del futuro”, e ai più piccoli consiglia “mettete anche voi il vostro cento per cento, metteteci il cuore, i muscoli e la determinazione e vedrete che anche i vostri sogni potranno avverarsi”.

“Amore e Ginnastica” di Edmondo De Amicis

Il fascino e la passione per la ginnastica emergono anche da un romanzo forse poco conosciuto di Edmondo De Amicis, che al centro vede una donna che la studia, la espone e la insegna con tanta dedizione da non avere il tempo per dedicarsi all’amore. Maria Pedani, protagonista di “Amore e Ginnastica“, è una maestra brillante che all’insegnamento della ginnastica, nel segno degli studi di Emilio Baumann, dedica tutta la sua vita. Il tutto non senza difficoltà, dovute soprattutto alla mentalità dell’epoca, che da pochi anni prevedeva l’insegnamento della ginnastica a scuola e che lottava con diversi pregiudizi, come ad esempio quelli delle famiglie delle scolare, poco d’accordo che loro praticassero sport in orario extrascolastico. Il filo conduttore dell’intero romanzo è il corteggiamento del giovane segretario Celzani, che in ogni modo cerca di conquistare Maria ma sempre con scarsi risultati. Nel corso della storia l’uomo proverà anche ad interessarsi alla ginnastica, ma nessun tentativo andrà a buon segno, almeno fino alla fine del racconto. In preda alla rassegnazione il segretario decide di partire per cambiare vita, ma nel momento dell’addio Maria gli darà un bacio.

Donne e sport: la grande bellezza

La protagonista del romanzo di Edmondo De Amicis è larga di spalle e stretta di cintura, modellata come una statua. Nonostante i limiti dati dalla mentalità dell’epoca – “Amore e Ginnastica” è stato pubblicato nel 1892 – l’autore ci consegna una figura il cui fascino e la cui passione per l’insegnamento di quella disciplina emergono da ogni parola del romanzo, configurandosi forse come un primo tentativo di abbattimento dei luoghi comuni sulle donne nello sport.

Già, madre natura l’ha fabbricata per quello: le ha dato le proporzioni schelettoniche più perfette che io abbia mai viste, una cassa toracica che è una maraviglia. L’osservavo giusto ieri nella rotazione del busto, che faceva per esperimento. Ha la flessibilità d’una bambina di dieci anni. E mi vengano a dire i signori estetici che la ginnastica sforma il bel sesso! Quella maneggia i manubri come un uomo, e ha il più bel braccio di donna, se lo vedesse nudo, che si sia mai visto sotto il sole. La riverisco.

E tu che ne pensi? Faccelo sapere!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: