Il Superuovo

Aurora Leone dei The Jackal ci ricorda che l’eguaglianza oltre il genere è ancora un’utopia

Aurora Leone dei The Jackal ci ricorda che l’eguaglianza oltre il genere è ancora un’utopia

La parità fra i sessi e i generi è ancora un miraggio, almeno nell’atto pratico; l’ha provato Aurora Leone dei The Jackal sulla sua pelle.Anno domini 2021: mentre l’italiano medio gioisce per il coprifuoco alle 23, l’ennesima donna è vittima di misoginia. La protagonista è, questa volta, Aurora Leone, comica casertana divenuta famosa su Youtube con i video dei The Jackal. Ma, come ben sappiamo, non è certo la prima a subire discriminazioni sessiste, così come non sarà neanche l’ultima. Ma la legislazione, a che punto è? Vediamolo insieme.

Lo scandalo della Partita del Cuore

Nella tarda serata di lunedì 24 maggio, l’account Instagram di Aurora Leone si riempie di stories dal contenuto a dir poco surreale. La ragazza racconta, in compagnia del collega e amico Ciro Priello, ciò che le ha appena successo: le sue parole sono come un fulmine a ciel sereno. Infatti, i due, convocati in veste di giocatori per la Partita del Cuore, hanno denunciato un grave atto discriminatorio a sfondo misogino avvenuto quella sera stessa, alla cena della Nazionale Cantanti. Aurora, seduta al tavolo con i suoi compagni di squadra, è stata cacciata da Gianluca Pecchini, direttore generale della Nazionale. Perché? Il motivo è sconvolgente: perché è donna. Nonostante le ripetute obiezioni e spiegazioni da parte della diretta interessata e di Ciro Priello, Pecchini ha dichiarato che:”Tu il completino te lo puoi mettere anche in tribuna, che c’entra. Le donne non giocano.”. I due sono stati allontanati dall’albergo e non parteciperanno all’evento benefico per la ricerca contro il cancro.

La lunga marcia per l’eguaglianza formale femminile

Le lotte femministe sono una costante negli ultimi due secoli, ma dove sono arrivate? Partiamo dal lontano 1895, anno in cui lo Statuto Albertino sancisce l’eguaglianza dei cittadini dinnanzi alla legge: essi godono di uguali diritti civili e politici, oltre ad essere eleggibili per cariche pubbliche. Piccola clausola: tutto ciò non vale per analfabeti, inabilitati e donne. Se prima del 1921 si parla di estensione del suffragio femminile, la venuta del fascismo pone una brusca battuta d’arresto. Infatti, il genere muliebre è relegato alla propaganda e alle opere caritatevoli, venendo indicato come angelo del focolare, dedito alla famiglia e alla conservazione della specie. Solo nel 1946 è concesso il diritto di voto alle donne in Italia, fortemente voluto da tutti i partiti del governo provvisorio. Con il referendum del 2 giugno 1946, prima votazione tricolore a suffragio universale, vengono elette 21 donne nell’Assemblea Costituente, di cui cinque divengono Madri Costituenti redattrici. Anche qui, si fa fronte comune per affermare la parità dei sessi e l’eguaglianza.

Verso l’eguaglianza sostanziale oltre il genere

Il principio fondamentale dell’eguaglianza fra i generi viene sancito dalla Costituzione italiana agli articoli 3 e 37, ma anche agli articoli 21 e 23 della Carta dei diritti fondamentali dell’Unione Europea. Nel 2006, inoltre, viene adottato il Codice delle pari opportunità fra uomo e donna, con l’obiettivo di eliminare ogni discriminazione basata sul genere che comprometta l’esercizio dei diritti umani e delle libertà fondamentali. Quindi, alla domanda:”Ma è un reato ciò che è accaduto a Aurora?”, la risposta è sì. Essendo riconosciuto come atto discriminatorio, è un illecito, in quanto cagiona danno a chi lo subisce. E c’è di più: se il ddl Zan entrasse in vigore, si potrebbe applicare anche la norma che vieta atti discriminatori a sfondo misogino. Discriminare è reato, oltre che moralmente dubbio. Ripeterlo nel 2021 è quasi snervante, ma speriamo che il caso di Aurora possa aprire gli occhi a più persone possibili, in modo da rendere sempre più vicino il traguardo dell’eguaglianza oltre il genere.

E tu che ne pensi? Faccelo sapere!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: