Il Superuovo

5 Cose che ti faranno scoprire chi è il leggendario regista David Lynch

5 Cose che ti faranno scoprire chi è il leggendario regista David Lynch

Cinque aspetti e curiosità  su David Lynch, regista e artista, leggendario già in vita

 

 

David Lynch, definito da molti regista dell’inconscio, è una delle menti più eclettiche e criptiche dei nostri anni.  Guardare uno dei suoi film è come addentrarsi in un sogno colmo di visioni, profezie e  inquietudini dove le tinte surreali prendono il sopravvento sulla narrazione di cui il senso profondo resta celato e intangibile.  Lynch è uno dei pochi registi contemporanei ancora legato al concetto di cinema come prodotto di alto artigianato.

Fuori dai margini

David Lynch racconta che durante la sua infanza sua madre non gli pose mai dinanzi disegni da colorare, ma solo fogli bianchi.

Il fatto di aver sempre avuto uno spazio immacolato e privo di bordi dove poter sfogare la sua fantasia, senza essere vincolato da margini o schemi  prefissati, ha influito molto sulla sua libertà di espressione artistica.

Diventare pittore

Sin da piccolo, a causa del padre che viaggiava spesso per lavoro, Lynch fu costretto a trasferirsi diverse volte. Quando giunse in Virginia conobbe il vicnino di casa della sua ragazza dell’epoca, Toby Keeler, figlio di Bushnell Keeler, pittore. David grazie a Toby visiterà il suo studio rimanendone incantato e affascinato, sentì di voler far quel lavoro.

Infatti David nasce come pittore, il cinema però diviene la sua massima forma di espressione. Le sue opere pittoriche sono spesso esposte in gallerie e mostre, alcune di esse si trovano al Museum of modern art di New York e alla Pennsylvania Academy of the Fine Arts.

Esperimenti

Nel 1967 il padre di David decise di far visita al figlio che al tempo abitava con Peggy, prima moglie del regista. Lynch al tempo portava avanti nel suo scantinato una serie di esperimenti, ad esempio lasciava marcire della frutta per osservare il suo processo di decomposizione.

Decise di mostrare la sua collezione di esperimenti  al padre il giorno che si recò a trovarlo. Quest’ultimo, sotto un certo sgomento, riuscì a proferire solo queste parole “Spero davvero che tu non abbia mai figli”. Il fatto assurdo di questa storia fu che appena Peggy rincasò comunicò a Lynch che aspettavano un bambino.

Isabella Rossellini

La storia d’amore con Isabella Rossellini  catturò l’attenzione dei media  negli anni ’80, entrambi fuori da ogni schema, bellissimi ed enigmatici. Isabella ricorda ancora David come l’amore della sua vita, di sicuro è stata una relazione che ha segnato entrambi profondamente.

Resta bizzarro il racconto del loro primo incontro, quando David vedendola esordisce con ” Potresti essere la figlia di Ingrid Bergman ” e un amico che era con lui risponde ” Idiota, lei è la figlia di Ingrid Bergman ”

Damn good cup of coffee

La passione per il caffè di Lynch la si evince guardando i suoi film, quello che pochi conoscono è che fino ai suoi settant’anni la sua quota di caffè giornaliera era di venti al giorno. Superata la settantina però ha deciso coscienziosamente di diminuirne il consumo passando a dieci al giorno, però in tazze più grandi.

 

 

E tu che ne pensi? Faccelo sapere!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: