Il Superuovo

3 Ottobre 1990: Germania Est e Ovest si riunificano dopo la caduta del muro

3 Ottobre 1990: Germania Est e Ovest si riunificano dopo la caduta del muro

Il 3 ottobre 1990 la riunificazione tedesca: ecco quando Germania est e ovest finirono sotto un’unica bandiera.

In un articolo di RaiCultura, viene ricordata la riunificazione tedesca, evento che segue quasi un anno dopo dalla famosa caduta del muro di Berlino. Il 3 ottobre 1990, il suo anniversario.

 

Il retroterra della Seconda Guerra Mondiale

Tutti siamo più o meno coscienti dei disastri che la Seconda Guerra Mondiale ha portato con sé. Come ogni guerra ha distrutto luoghi, paesaggi, ma soprattutto persone, anime; prosciugando -letteralmente- chi non rientrava nell’accezione di “giusto”. Le potenze coinvolte furono numerose e il mondo, d’altro canto, divenne un vero e proprio teatro di guerra. Cominciata il 1 settembre del 1939 con il famoso attacco di Hitler ai danni della Polonia, terminerà quattro anni dopo, e in date diverse a seconda del continente che consideriamo. In Europa infatti, lo scontro terminerà l’8 maggio del 1943 con la resa della Germania Nazista, mentre in Asia si fermerà solo nel settembre, qualche mese dopo, un ultimo lembo che porta con sé il bombardamento atomico di Hiroshima e Nagasaki.


I danni arrecati dalla guerra

Guerra è molto spesso sinonimo di perdita e quando si parla della Seconda Guerra Mondiale non si può fare a meno di ricordare non solo il dispendio di energie da parte delle diverse potenze, ma le grandissime perdite, visto che si contano dai 55 ai 60 milioni di morti. La maestosità, se così si può dire, di questi dati, proviene dal gran numero di potenze coinvolte, sia dal forte coinvolgimento dei civili, vittime della riorganizzazione culturale-politica promossa dal Terzo-Raich, che porterà all’orrore più che conosciuto dei campi di concentramento e dello sfruttamento di chi non rientrava nei canoni da loro scelti o chi era considerato “nemico” della famigerata razza ariana. L’Europa, devastata, perderà la sua centralità e subentrerà la potenza Americana, insieme all’Unione Sovietica.

Il muro di Berlino

Simbolo di ciò che è stato, il Muro di Berlino ha troneggiato sulla Germania di quel periodo, con l’ingrato obiettivo di dividere Germania Est e Germania Ovest, non tenendo conto di affetti, legami, amicizie. Un vero e proprio ostacolo, quasi inarginabile, che con la sua grandezza ha incarnato tutti gli errori che sono stati commessi in quegli anni. La sua essenza, non era altro che il riflesso del volere di chi ha portato avanti queste operazioni. Un limite, nella più pura eccezione. Tutti ricordano la sua caduta, il 9 Novembre del 1989, ma non sempre viene ricordata la riunificazione tedesca, che avverrà circa un anno dopo, il 3 Ottobre del 1990.

È bene dire che il muro è stato eretto nel 1961 e che lo è stato per volere della fazione est, che non voleva che gli abitanti della fazione ovest circolassero liberamente. Lungo 156 km e alto 3,6 metri per quasi trent’anni ha svolto il suo compito, la “cortina di ferro” che ha attraversato la storia, diventando portante soprattutto durante gli anni della guerra fredda. Nell’autunno del 1989 dopo molti disordini pubblici, furono permesse le visite in Germania Ovest, che portarono gli abitanti dell’est a scavalcare il muro, per poi demolirlo, frammento dopo frammento. La totale “caduta” avvenne con l’abbattimento dello stesso, tramite mezzi. Infine, dopo 11 mesi circa, la riunificazione tedesca, che ha segnato l’unione tra Germania est e Germania Ovest. 

E tu che ne pensi? Faccelo sapere!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: