Ecco cinque curiosità sulla storia dell’Antica Roma che forse non conoscevi

Ecco qui di seguito una selezione di alcune curiosità che riguardano avvenimenti storici o personaggi importanti dell’antica Roma.

Per classicisti e non, l’Impero Romano rappresenta l’inizio e la fine di ogni cosa, rappresenta le solide fondamenta della nostra storia, della nostra cultura, della nostra arte.
La storia romana esercita pertanto un fascino indiscusso, lasciandoci infiammare dalle biografie di grandi eroi, vicende appassionate e usi e costumi di una cultura tanto lontana da noi, eppure così vicina.
Parlando di storia romana andiamo pertanto a considerare l’arco di tempo che intercorre tra il 753 a.C. (anno della fondazione della città, calcolato dallo storico Varrone) e il 476 d.C (anno della caduta dell’Impero Romano d’Occidente).
Oltre ad essere un arco temporale molto vasto, esso si presenta denso di avvenimenti significativi; ecco qui di seguito alcune curiosità sul mondo dell’Antica Roma.

 

1) Dubbi sulla sua fondazione

Chiaramente è impossibile risalire con certezza alle origini di Roma, sia all’anno che alle modalità con cui la città prese forma, ma di certo tutti noi abbiamo ascoltato la leggenda di Romolo e Remo, almeno una volta nella vita. Eppure pare che questa non sia l’unica leggenda sulle origini della città, ma che ve ne siano diverse altre, tra cui una che prevede che le origini di Roma fossero da attribuirsi ai Greci, poiché Enea (progenitore di Romolo e Remo) era anche il principe di Troia e, per giunta, figlio della dea Venere.

2) Depositio barbae

Pare che gli Antichi Romani avessero una particolare attenzione ai riti e ai cerimoniali, compresi quelli più bizzarri.
Uno di questi era la depositio barbae, una cerimonia religiosa in cui si festeggiava il primo taglio della barba dei giovani fanciulli romani. Durante il rito veniva tagliata la barba, in diretta, dinnanzi ad amici e parenti, che si riunivano poi dinnanzi ad un banchetto. La barba recisa veniva invece offerta come voto ad una divinità.

3) I dubbi sull’incendio di Roma

Non sarà certo oggi la prima occasione in cui sentirete il nome di Nerone associato all’incendio di Roma del 64 d.C., eppure già i contemporanei compresero che potesse trattarsi di un incendio appiccato volontariamente.
Ad oggi è ancora incerta l’origine dell’incendio, seppure molti storici dell’epoca parlarono della possibilità che fosse stato Nerone stesso ad appiccarlo. Ciò che è certo è che in seguito a tale episodio, che fece gravi danni alla città di Roma, la colpa ricadde sui cristiani.

4) Cesare e i suoi messaggi in codice

Giulio Cesare fu un personaggio grandioso, su cui aleggiano numerosi aneddoti che si muovono tra storia e leggenda. Una delle cose straordinarie che portò a termine fu la creazione di un intero linguaggio cifrato, che usava per scrivere messaggi di particolare rilevanza e che voleva non giungessero ad orecchie (e occhi) indiscrete.
Pare che esistesse un’opera dedicata a tale linguaggio cifrato, che purtroppo è andata perduta ed ora ne conserviamo traccia solo grazie alle Vite dei Cesari di Svetonio.

5) Nerone e i suoi sosia

Una curiosità interessante di cui ci parlano gli storici è la presenza di numerosi sosia di Nerone, che si palesarono alla sua morte. Com’è noto, Nerone non fu uno degli imperatori più acclamati dai Romani e con lui terminò la dinastia giulio-claudia a cui causò un grave smacco dato che egli fu colpito dalla damnatio memoriae. Malgrado ciò, giorni dopo la sua morte in alcune parti dell’impero spuntarono diversi sosia che contribuirono a far pensare che in realtà egli non fosse morto, ma si fosse soltanto nascosto.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.