Troppo caldo? L’afa è insopportabile? Ci pensa la chimica a raffreddare i bollenti spiriti

Mentre in inverno siamo soliti bere il tè o la cioccolata calda, in estate facciamo affidamento soprattutto alla menta e ad alcune tisane. Ma cosa rende queste ultime così rinfrescanti?

Tipici cocktail da spiaggia

Immaginate di essere sulla spiaggia. È mezzogiorno e l’afa è insopportabile. Vorreste farvi l’ennesimo bagno per rinfrescarvi, ma avete paura di scottarvi a causa dei raggi solari. L’unica soluzione è quella di bere qualcosa di rinfrescante. Ma cosa? Sul bancone ci sono una marea di bevande: ovviamente bere alcolici è sconsigliato. Meglio una granita. Ma perché proprio quella alla menta e non quella alla Coca Cola? Esistono in natura moltissime piante dotate di proprietà medicinali, ma in pochi sono a conoscenza delle sostanze chimiche presenti in esse che ci danno l’impressione di avere freddo.

Carcadè

Pochissimi, anzi, quasi nessuno conosce il carcadè. Probabilmente questo infuso non ha avuto molto successo a causa del suo sapore acidulo. Peccato, soprattutto considerando che non è solo un ottimo rimedio contro il caldo, ma ha anche molte proprietà benefiche per l’intero organismo.

La bevanda si ottiene tramite un infuso ricavato a partire dal fiore dell’Hibiscus sabdariffa (o ibisco rosso) e si presenta come un liquido dal colore rosso rubino. Il sapore, come già detto, è un po’ acido, ma diluendo ulteriormente l’infuso e aggiungendo qualche cucchiaino di zucchero il problema è presto risolto.

Al contrario di quanto si potrebbe pensare il carcadè non dà una sensazione di freddo intenso e immediato, sarebbe più corretto dire che rinfreschi leggermente il corpo. Tutto ciò è la conseguenza degli altri effetti rilassanti e benefici che l’infuso ha sul corpo umano e dell’assenza di sostanze stimolanti come la caffeina. Il carcadè, infatti, è una bevanda digestiva, regolarizzatrice delle funzioni epatiche, antinfiammatoria, lenitiva, vitaminizzante e diuretica.

Ibisco rosso

Mentolo

Escludendo la pura e semplice acqua, bevanda rinfrescante per eccellenza, una delle alternative più efficaci contro il caldo è il mentolo. Come si intuisce dal nome, l’estrazione di questa sostanza avviene a partire dalle foglie di menta, non a caso utilizzata soprattutto nella produzione di chewing gum.

Tuttavia, non è solo il mentolo a darci quella sensazione di freddo tanto apprezzata nelle ore più calde: il merito è anche della proteina TRPM8. Quest’ultima è in grado di mutare forma e voltaggio ad ogni calo della temperatura. Quando ciò accade, si “apre”, permettendo il passaggio degli ioni calcio verso le cellule nervose. Il conseguente passaggio di corrente elettrica viene interpretato dal cervello che lo traduce in una sensazione di freddo.
Tutto ciò accade anche quando la proteina reagisce con il mentolo, che apporta le stesse modifiche di un calo di temperatura.

foglie di menta e molecola di mentolo

Icilina

Analogamente al mentolo, anche l’icilina è in grado di far avvertire un’intensa sensazione di freddo. Il meccanismo è simile a quello appena descritto: la molecola reagisce con TRPM8 creando una piccola corrente elettrica che, a differenza di quella precedente, è circa 200 volte più potente. Purtroppo nessuna bevanda contiene questa sostanza, la quale è impiegata prevalentemente nello studio dei recettori-canale (o TRP), che determinano variazioni transitorie di potenziale nel nostro organismo. Per poter comprendere a pieno la sensazione che si proverebbe nell’ingerire una piccola quantità di icilina basta immaginare di assaporare il peperoncino più piccante al mondo. L’intensità del bruciore dovuta a quest’ultimo è paragonabile al freddo avvertito ingerendo l’icilina.

Altre bevande rinfrescanti

Ecco un’altra bevanda dal nome strano: il succo di tamarindo. Questo frutto dalla forma molto particolare (simile a un tarallo spezzato a metà) è molto utilizzato in Egitto e deve le sue proprietà benefiche all’elevato contenuto di vitamina C.
Non meno gustosa è l’acqua di cocco, ottenuta semplicemente rompendo il frutto. Tre i benefici che apporta all’organismo vi sono alcuni effetti contro il colesterolo e in favore del sistema immunitario, entrambi dovuti a un’incredibile quantità di vitamine e sali minerali.

Per concludere, in questo elenco non si può non parlare dell’acqua. Certo, non conterrà chissà quante vitamine, non sarà così gustosa, ma non c’è nessuna bevanda più rinfrescante. Tuttavia, ciò accade solo a determinate temperature: è vero che l’acqua fresca allevia la sete, ma se è troppo fredda porterà a un rallentamento della digestione. In spiaggia e soprattutto durante i pasti è dunque consigliabile bere solo acqua a temperatura ambiente.

Leave comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.