Il Superuovo

Sveliamo tradimenti e adulteri nel ciclo bretone e nella serie tv “The affair”

Sveliamo tradimenti e adulteri nel ciclo bretone e nella serie tv “The affair”

L’adulterio può essere definito come una violazione della fedeltà coniugale. Ma cosa spinge le persone a intraprendere una relazione extraconiugale?

L'AMORE E IL MATRIMONIO NEL MEDIOEVO | Museo Alessandro Roccavilla

Un’attenzione particolare ai rapporti adulterini viene data all’interno della materia di Bretagna, vediamo come tali topoi sono stati ripresi nelle moderne sitcom.

L’amore ai tempi di re Artù

Nel ciclo bretone la componente amorosa ben si amalgama con quella propriamente cavalleresca.

Tale commistione è analizzabile nei testi di Chretien de Troyes, il più importante autore della materia di Bretagna, il vero e proprio creatore del romanzo cortese arturiano. Chretien -letterato di corte- scrive, in tutto, cinque romanzi tra il 1180 e il 1190, fra i quali: “Erec e Enide”, “Cligès”…

  1. In “Erec e Enide” vi è la perfetta interazione tra amore e cavalleria: dopo essersi sposato con Enide, Erec viene meno agli oneri cavallereschi e per ristabilire il proprio onore deve superare una serie di prove, accompagnato e sostenuto sempre dalla fedele compagna.
  2. Alis, usurpatore del trono di Costantinopoli, chiede la mano della nobile Fenice, non sapendo che -in realtà- la fanciulla è innamorata di un altro, il valoroso Cligés. Fenice escogita un piano per non giacere con Alis, il marito: egli berrà una pozione magica che gli farà credere di avere sempre accanto a sé nel talamo la moglie. Inoltre, i due amanti, Fenice e Cligès, riusciranno a coronare il proprio sogno tramite un escamotage (che verrà poi ripreso anche da Shakespeare): Fenice berrà un filtro che le provocherà una morte apparente, così da poter incontrare l’amato fuori dalle mura della città. Fenice è una traditrice, ma si macchierà soltanto di un’adulterio formale e non carnale.

L'AMORE E IL MATRIMONIO NEL MEDIOEVO | Museo Alessandro Roccavilla

Adulterio vero e proprio

Se Fenice è -in qualche modo- comunque leale e fedele a un solo uomo, Isotta compie un adulterio anche carnale, concedendosi a due uomini.

Da un lato Fenice, infatti, è sposa di Alis, ma dona il suo cuore (e il suo corpo) esclusivamente a Cligés. “Giammai il mio corpo si prostituirà| e mai ci saranno due beneficiari.| Colui che ha il cuore ha anche il corpo;| tutti gli altri sono esclusi“. Questo è ciò che afferma Fenice, aggiungendo che non vorrebbe mai fare la fine di Isotta.

Dall’altro lato, l’amore tra Isotta e Tristano è un amore adultero (come quello dei trovatori) che trasgredisce il codice morale e della legge. Tristano e Isotta sono entrambi sposati e tradiscono i rispettivi partner in nome di un amore proibito, ma impossibile da frenare.

Un altro famoso adulterio è quello di Ginevra, consorte di re Artù, che si concede al cavaliere del lago, Lancillotto, suo amante. Il tradimento della regina viene spesso considerato la causa della morte di Artù e della rovina del regno di Camelot; l’amore tra Ginevra e Lancillotto è illecito e tragico, destinato alla catastrofe.

La serie tv The Affair, tradimento e omicidio a Montauk | Wired Italia

“The affair- una relazione pericolosa”

Nella celebre serie tv statunitense, classe 2014, il tradimento è all’ordine del giorno. I protagonisti di “The affair” instaurano un rapporto adulterino per evadere dalla triste monotonia.

Noah e Allison, entrambi sposati, instaurano un rapporto extraconiugale. Noah, rinomato professore di letteratura e scrittore emergente, è sposato e ha quattro figli. Alison è una giovane e affascinante cameriera, il suo matrimonio entra in crisi quando viene a mancare l’unico figlioletto.

Noah e Allison si incontrano, si conoscono, si avvicinano, ma quella che dovrebbe essere l’avventura di una notte, si trasforma in un’intensa (e proibita) storia d’amore. I due divorziano dai rispettivi partner e coronano il loro sogno d’amore, che verrà messo a dura prova da traffici di stupefacenti, violenze, processi, trasferimenti…

 

Perché si sente il bisogno di tradire il proprio partner e di venir meno al “vincolo” matrimoniale? Forse è un’occasione di distrazione, di evasione, e sono la passione o la frustrazione a spingere al tradimento, oltre che la disarmonia della relazione coniugale.

E tu che ne pensi? Faccelo sapere!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: