Il Superuovo

Mostri ed eroi sono cambiati: lo mostrano i miti e il cinema

Mostri ed eroi sono cambiati: lo mostrano i miti e il cinema

I racconti di mostri ed eroi che li sconfiggono sono da sempre presenti in tutte le culture e non ci hanno ancora abbandonato.

Tra i miti antichi e il cinema moderno le figure di eroi e mostri non sono scomparse, ma hanno subito grandi cambiamenti e rinnovamenti. Il Monsterverse, l’universo cinematografico di Godzilla, ne è un chiaro esempio.

Mostri ed eroi nella Grecia antica

I miti antichi forse più noti e ripresi nei secoli sono quelli della Grecia classica: le battaglie tra dei e titani, il viaggio mitico di Odisseo o degli Argonauti, fino alle dodici fatiche di Ercole. In questi racconti mitologici, frutto del sentimento religioso greco e di vicende di sostrato comune antichissime, mostri ed eroi hanno dei ruoli fissi e sempre ben definiti. Il mostro, che poteva essere umanoide come nel caso del minotauro, oppure avere caratteristiche del tutto uniche come l’idra affrontata da Eracle o il mostro marino ucciso da Perseo (per non parlare poi di Medusa), era sempre solo ed esclusivamente malvagio, crudele e incapace di ragionare con gli uomini. Era impossibile scendere a patti con esso, tantomeno pensare di impiegarlo in qualche modo come alleato. L’eroe, al contrario, è quasi sempre un individuo senza macchia e senza paura, destinato dal Fato a compiere l’impresa che gli porterà gloria e fama imperitura. Le vicende si risolvono in maniera abbastanza coerente tra loro, con l’eroe che grazie all’aiuto di qualche divinità, attrezzo magico o espediente, riesce a sopraffare il mostro, abbattendolo senza rimorso alcuno.

I mostri del Monsterverse

Nelle ultime stagioni cinematografiche si è sviluppata la tendenza a creare degli universi che comprendessero il mondo di più film. Non più solo sequel e prequel, ma vere e proprie produzioni con poco in comune le une con le altre a livello di trama, ma tutte ambientate nello stesso mondo, in cui gli eventi di un film vanno ad avere ripercussioni su un altro. Esempi di questo modello sono il celeberrimo universo Marvel, ma in precedenza una situazione simile si trovava già nella saga di Alien. Recentemente anche la Legendary si è spinta in questa direzione, con il cosiddetto Monsterverse, l’universo cinematografico dove dominano mostri come Godzilla e King Kong. Di questo franchise fanno parte pellicole come Godzilla, Kong: Skull Island e ancora Godzilla vs Kong, che vede lo scontro dei due titani. Produzioni del genere ribaltano completamente il modello classico del mostro malvagio e bestiale, nemico numero uno del genere umano.

Cosa è cambiato in 2000 anni?

Il Monsterverse è forse la serie di produzioni cinematografiche che più ribalta il concetto di mostri ed eroi presente nella cultura classica e anche comunemente noto ai giorni nostri. In queste storie infatti non c’è più una chiara separazione tra mostri ed umani, tra eroi e cattivi. Un semplice esempio: i mostri, giganteschi e terrificanti al primo incontro, si rivelano essere delle risorse per l’umanità, i cui membri possono rivelarsi le vere minacce. È proprio quello che avviene nell’ultimo capitolo della saga, Godzilla vs Kong, in cui i due mostri, inizialmente minacce per l’umanità, specialmente Godzilla, si alleano per sconfiggere un Godzilla robotico e andato fuori controllo creato proprio dagli uomini. Quello che più evidenzia la differenza con la classica concezione del mostro è la possibilità di avere queste creature gigantesche come alleati. Godzilla, in particolare, in questo universo si qualifica come equilibratore del mondo, cacciatore di titani fuori controllo e protettore (con numerosi danni collaterali) dell’umanità. King Kong poi stupisce per la sua viva intelligenza, che lo porta addirittura a riuscire a comunicare con le persone attraverso il linguaggio dei segni. Ancora una differenza: gli eroi di queste storie non sono più senza macchia e senza paura, non sono scelti dal destino e le loro sole forze spesso non bastano e proprio per questo hanno bisogno dell’aiuto delle creature che, in apparenza, sono solo delle minacce. Il mostro, da creatura da temere ed eliminare, è passato ad essere una risorsa per il genere umano.

E tu che ne pensi? Faccelo sapere!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: