Il Superuovo

Le ripercussioni delle azioni di Marty McFly sul futuro spiegate da Turing e Lorenz

Le ripercussioni delle azioni di Marty McFly sul futuro spiegate da Turing e Lorenz

Lo spostamento di un singolo elettrone per un miliardesimo di centimetro, a un momento dato, potrebbe significare la differenza tra due avvenimenti molto diversi, come l’uccisione di un uomo un anno dopo, a causa di una valanga, o la sua salvezza. (Alan Turing)

 

In ritorno al futuro Marty si ritrova in dietro nel tempo quando i suoi genitori non avevano ancora intrapreso una relazione e andavano ancora al liceo. Nel film il ragazzo esprime fin da subito le sue volontà, ovvero tornare nel presente senza influenzare il passato, questo perché avrebbe portato ripercussioni nel futuro dalla pericolosità incommensurabile. Il giovane Mcfly a quanto pare non conosceva Lorenz e tanto meno Turing, se non fosse stato così avrebbe saputo dell’effetto farfalla e del significato della frase sopra-citata.

Effetto farfalla

Negli anni sessanta e settanta del secolo scorso Edward Lorenz consolida una sua particolare teoria che risultò fin da subito molto astratta ma che ebbe ancor prima dei riscontri nella vita quotidiana. Questa sua teoria esprime come un battito d’ali di una farfalla potrebbe generare un’uragano, voi direste che è impossibile e che è una teoria che sfocia più nella filosofia che nella vera e propria materia scientifica, ma qui vi sbagliate. Mentre il luminare cercava di portare avanti i suoi studi si ebbe una notizia da parte di un meteorologo che fece notare che se le teorie fossero state corrette, un battito delle ali di un gabbiano sarebbe stato sufficiente ad alterare il corso del clima per sempre. Lorenz scoprì l’effetto quando osservò che nello sviluppo di un modello meteorologico, i dati ottenuti non erano in accordo con i calcoli classici, ma andando a considerare anche il più piccolo movimento si potevano approssimare i risultati ottenuti analiticamente con la realtà.

Cosa lo collega a Marty?

La teoria si ricollega ad un semplice concetto di fisica quantistica. In epoca moderna la fisica prese una strada più impervia e si ritrovò davanti ai quanti, dopo anni di ricerca si sono fatte enormi scoperte, ma a noi interessa soltanto un aspetto semplice di questo sconfinato mondo. ”Nel momento in cui si osserva un fenomeno, un corpo o un oggetto si sta alterando la sua condizione, quindi non sapremo mai com’era prima ne come sarà finita l’osservazione”, analizzando la preposizione principale della frase si può intuire come basta anche un gesto insignificante per far cambiare il tutto, da qui ci ricolleghiamo all’opera cinematografica. Il giovane Mcfly ha un intenzione nobilissima, quella di non voler alterare il passato, ma la sua stessa presenza è un fenomeno che sta alterando il tutto, riprendendo la citazione di Turin anche lo spostamento di un elettrone può modificare il mondo circostante, quindi se nella linea temporale ”normale” in quella strada non ci dovrebbe essere stato nessuno, ora c’è Marty, infatti analizzando gli eventi il tutto scaturisce da li.

I multiversi

Parlando di effetto a farfalla, come detto prima, ci si riconduce alla meccanica quantistica, infatti analizzando la subordinata alla frase del paragrafo antecedente si può andare un po’ oltre e parlare di universi paralleli. L’oggetto nel momento in cui viene alterato ”rivive” creando altri universi nelle altre alterazioni, quindi riconducendoci alla pellicola si possono fare due ipotesi: se Marty non fosse tornato indietro nel tempo in realtà i suoi genitori non si sarebbero mai messi assieme e lui non sarebbe esistito; Marty alterando il tempo, il nostro oggetto in questione, ha creato una seconda realtà dove grazie a lui i suoi si sposarono. La prima ipotesi ci riconduce non più a qualcosa di scientifico o si-fi ma più a un qualcosa di filosofico. La seconda ci riporta alla creazione di più universi, Marty tornando indietro nel tempo ha generato una seconda linea temporale la quale le sue conseguenze si concludono nel vedere Biff come ”maggiordomo” della famiglia Mcfly, la linea temporale originale invece non è stata minimamente alterata, andando pienamente d’accordo con la teoria di Lorenz e Turing, e intrecciandosi con la pluralità delle caratteristiche del corpo analizzato della meccanica quantistica

E tu che ne pensi? Faccelo sapere!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: