Il Superuovo

Le coppie perfette esistono? Si, e si chiamano Marshall e Lily e Erec ed Enide

Le coppie perfette esistono? Si, e si chiamano Marshall e Lily e Erec ed Enide

Ci può essere un “per sempre” nelle relazioni che possa dare senso ai problemi e alle difficoltà quotidiane, quasi una sorta di lieto fine da favola?

La coppia Lily e Marshall della serie tv “How I met your mother” e i giovani protagonisti del romanzo arturiano “Erec et Enide” di Chrétien de Troyes ci forniscono una risposta affermativa. In entrambi i casi ci troviamo di fronte ad innamorati che fra alti e bassi riescono a rimanere strettamente uniti sentimentalmente.

La ricerca dell’amore in “HIMYM”

“How I met your mother” o più brevemente “HIMYM” è una serie televisiva statunitense di Craig Thomas e Carter Bays di 9 stagioni. Uscita nel 2005 ha avuto un grande successo facendo affezionare gli spettatori ai personaggi. Nel corso dei 208 episodi vediamo l’amatissimo gruppo di amici Ted, Barney, Robin, Marshall e Lily, tra una chiacchierata e l’altra al MacLaren’s, affrontare la vita nella grande metropoli di New York. Il romantico Ted incessantemente desideroso di trovare l’anima gemella, il donnaiolo Barney che salta da un’avventura ad un’altra, Robin determinata a far carriera a livello lavorativo e infine la tenera coppia formata da Lily e Marshall. Incontratisi al college i due non si sono più lasciati e la loro relazione rappresenta una costante nella sitcom, un punto di riferimento anche per gli altri protagonisti che invece non sembrano in grado di trovare una stabilità affettiva. Nella ricerca dell’amore, e della felicità che da esso deriva, che pervade la trama e s’innerva diversamente nelle varie figure, Lily e Marshall incarnano il modello tradizionale di due anime destinate a “vivere felici e contente”.

Lily e Marshall fanno sognare a chiunque un “per sempre”

Lily e Marshall con la loro teoria delle olive e i buffi soprannomi “Lilypad” e “Marshmallow” sono una delle coppie più belle delle serie tv, se non addirittura la coppia perfetta. È impossibile non guardare con invidia al loro rapporto che, per quanto bello, non è anche facile ed è proprio per questo che può essere percepito come reale e autentico. Ci sono diversi momenti nell’arco delle varie stagioni in cui si trovano a fronteggiare ostacoli, scelte difficili, discussioni e incomprensioni. Tuttavia riescono a non farsi separare rimanendo ancorati al forte legame che li connette. La situazione più complessa e ardua da superare è alla fine della prima stagione quando, dopo ormai 10 anni di relazione e in prossimità del matrimonio, Lily ha dei ripensamenti e decide di partire per San Francisco per inseguire il suo sogno di diventare una pittrice affermata. Per quanto dolorosa e drammatica, la rottura fra i due è solo temporanea, infatti già nella seconda stagione avviene un lento riavvicinamento. Quest’esperienza è fondamentale per loro, per fondare su basi solide lo stare insieme che non è mai tutto “rose e fiori” per nessuno.

La concezione dell’amore in “Erec et Enide” di Chrétien de Troyes

Erec e Enide potrebbero essere considerati i Marshall e Lily della letteratura medievale in francese antico. Sono i protagonisti del romanzo, che da loro prende il titolo, “Erec et Enide” scritto da Chrétien de Troyes intorno al 1170. Le vicende dell’opera ruotano intorno ai temi dell’amore e della cavalleria, cari all’autore che già in altre opere aveva condotto riflessioni simili, giungendo a rinnegare il modello amoroso adulterino presentato dalla vicenda di Tristano e Isotta. Il cavaliere della Tavola Rotonda Erec, sposatosi con la bellissima Enide, viene accusato di viltà proprio a causa del suo amore per lei che lo porta a trascurare i suoi doveri di cavaliere. L’eroe si arrabbia con la sua consorte, poiché lo aveva avvisato delle maldicenze sul suo conto, e la conduce in un viaggio pericoloso vietandole di parlargli. Divieto puntualmente infranto da Enide per salvare il proprio amato, fornendogli continue prove di virtù e lealtà, nonostante il freddo trattamento da lui ricevuto. Quando lei viene insidiata dal conte Oringle de Limors, di fronte a quello che ormai sembra un fatto, ovvero la morte di Erec, oppone resistenza scatenando l’ira del nobile che inizia a percuoterla. A quel punto il giovane cavaliere si ridesta e salva la moglie, perdonandola e dichiarandole ardentemente il proprio amore. In questa storia è contenuto l’ideale dell’amore perfetto sorretto dalla devozione reciproca e in grado di sormontare ogni  scoglio in nome della passione che brucia nei cuori degli amanti.

 

E tu che ne pensi? Faccelo sapere!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: