La realtà che non ti aspetti: i 10 libri di fisica che dovresti leggere assolutamente

I libri sono sempre il modo giusto non solo per vivere avventure, ma anche per comprende al meglio il mondo che ci circonda. Tra le materie scientifiche sicuramente la fisica è la più interessante ed accattivante.

 

Non giriamoci troppo intorno ed iniziamo questo viaggio all’interno dei 10 libri di fisica da leggere assolutamente nel caso si desideri acquisire una conoscenza più profonda di questa disciplina. In questi libri concetti spesso ritenuti astrusi ed incomprensibili vengono spiegati per mezzo dell’ironia e dell’esperienza quotidiana. Buona lettura!

1. Il mistero sotto i nostri piedi di Panek

Tra il romanzo giallo a tema scientifico e il divertimento filosofico, Il mistero sotto i nostri piedi di Richard Panek illustra come la gravità, e i nostri sforzi per comprenderla, abbiano dato forma non solo al mondo in cui viviamo, ma anche ai nostri corpi, alle nostre menti e alle nostre culture. Il suo influsso è visibile in ogni cosa: dai miti antichi all’arredamento contemporaneo, dal nostro essere bipedi ai buchi neri. Eppure cosa sia veramente la gravità nessuno lo sa, e quasi nessuno sa che nessuno lo sa. Il fatto che qualcosa di così pervasivo possa essere altrettanto misterioso è uno dei più grandi enigmi della scienza moderna. Ma, come mostra Panek in questo libro, la gravità è un problema di lunga data la cui soluzione è più vicina che mai – e le ricerche in questo campo hanno portato alla luce verità nascoste sul cosmo e sulla natura umana.
Il viaggio alla ricerca del vero significato della gravità ci permetterà di conoscere noi stessi e il nostro universo come mai prima d’ora.

2. Quanti di Rudolph

Quanti, ovvero il mondo della meccanica quantistica spiegato da Terry Rudolph, scienziato che trae uno speciale piacere dalle bizzarrie di questa affascinante teoria che da quasi un secolo divide il mondo della fisica, e vorrebbe condividerlo con il maggior numero possibile di persone, convinto che persino un lettore dotato delle conoscenze matematiche di base (le quattro operazioni) possa essere introdotto ai suoi misteri. Con esempi semplici come palline bianche e nere che entrano ed escono da scatole in luogo di fotoni ed elettroni; simpatiche figure in luogo di pesanti apparati matematici e lunghi ragionamenti. Dopo la lettura scopriremo di avere appreso concetti chiave del mondo quantistico come la sovrapposizione, separabilità, azioni a distanza, nonlocalità.

3. Incanto di Bellone

Incanto è un saggio di Michele Bellone, giornalista scientifico appassionato di narrazioni, che vuole esplorare le basi scientifiche di quei fenomeni che nei mondi fantasy sono causati o spiegati dalla magia. Come nasce il mito dei draghi? I maghi sono scienziati la cui scienza è indistinguibile dalla magia? Possiamo spiegare razionalmente il funzionamento di Mjolnir, il martello del mitico Thor? Le risposte a tutte queste domande possono spiegare perché c’è la scienza può generare la magia del fantastico e, viceversa, il fantasy può stimolare la curiosità verso la scienza.

 

4. L’ordine del tempo di Rovelli

Il tempo e la sua percezione. Carlo Rovelli esamina lo strano e complicato rapporto che abbiamo con il tempo, le convinzioni che riteniamo di avere in materia. Ne spiega la sua esistenza evanescente e la sua “non esistenza”. Cosa pensava di sapere Newton sul tempo e cosa pensiamo di saperne adesso? Com’è stato possibile che sia stato ritenuto un elemento fondamentale delle equazioni fisiche e che adesso sia praticamente sparito? Passato, presente e futuro sono distinguibili o sono intercambiabili? Rovelli non cerca facili risposte, ma espone quanto la scienza vada avanti grazie al dubbio iperbolico ed alla continua confutazione.

5. Da Talete a Newton di Bettini

In Da Talete a Newton, Alessandro Bettini colma un vuoto della recente divulgazione scientifica, che in genere si occupa solo di ciò che è successo da Newton ai giorni nostri. Ci propone di provare a spogliarci di ciò che sappiamo, a fingere di essere esseri umani antichi, coperti di pelli, che alzano lo sguardo al cielo, verso un universo ignoto. Un mondo che immaginiamo animato da demoni, di cui conosciamo appena i fenomeni regolari più evidenti: la notte segue sempre il giorno, la primavera segue l’inverno e girano luci sulla volta del cielo, anche se – notano i più attenti – alcune di loro si muovono diversamente da tutte le altre. Come si è potuto da questi poche e incerte osservazioni ad arrivare a contraddire quello che gli stessi nostri sensi di suggerivano, ossia che la Terra è tonda e non è il sole a girarle intorno? Come è stato possibile a determinarne addirittura le dimensioni, a scoprire le distanze tra Terra, Sole e Luna, a predire con precisione i percorsi dei pianeti, a giungere a un modello completo del funzionamento del cosmo? Come è stato elaborato il metodo sperimentale e formulate le prime leggi fondamentali della fisica?

6. La fisica del diavolo di Al-Khalili

La fisica del diavolo di Jim Al-Khalili è un libro adatto sia per deliziarvi nel tempo libero sia per un regalo originale che lascia il segno. Dedicato a tutti coloro a cui piace lambiccarsi il cervello con i grattacapi de La Settimana Enigmistica, questo libro è stimolante e istruttivo grazie all’ironia tagliente, in alcuni punti un po’ perversa, dell’autore. Vi insegnerà alcune delle fondamentali nozioni di Fisica e astronomia partendo dai paradossi. È una bella avventura intellettuale che lascia divertiti e soddisfatti. Non adatto a chi è completamente a digiuno di fisica.

 

7. Sei pezzi facili di Feynman

Il libro emblema della divulgazione scientifica scritto da Richard P. Feynman, che nonostante la natura di “saggio base” mette d’accordo neofiti e super esperti, e che spesso è citato come punto di riferimento. Chi vuole approcciare a questa materia interessantissima non può esimersi dal leggere Sei pezzi facili, seguito da Sei pezzi meno facili. Un binomio che qualsiasi appassionato di Scienza ama e legge con interesse e umiltà, a prescindere dalla sua preparazione accademica.

8. La rivoluzione incompiuta di Einstein di Smolin

In La rivoluzione incompiuta di Einstein, il fisico teorico Lee Smolin sostiene provocatoriamente che i problemi che hanno tormentato sin dall’inizio la fisica quantistica sono irrisolvibili per la semplice ragione che la teoria è incompleta.

La fisica quantistica è la punta di diamante della scienza moderna, alla base della nostra comprensione degli atomi, della radiazione e di molto altro, dalle particelle elementari alle forze fondamentali e al comportamento della materia. Ma da quando ne sono stati scoperti i fondamenti, da ormai un secolo, è anche una teoria estremamente problematica, attraversata da profondi disaccordi interni, strani paradossi e implicazioni spesso fantasiose. Che si tratti del paradosso del gatto di Schrödinger, allo stesso tempo vivo e morto, o della interpretazione per la quale il mondo non esiste indipendentemente dalle nostre osservazioni, la teoria della meccanica quantistica mette in dubbio i nostri assunti fondamentali sulla realtà.

9. Astrofisica per chi va di fretta di Tyson

L’astrofisica e i suoi concetti fondamentali spiegati dal divulgatore Neil deGrasse Tyson, in un saggio che li sviluppa in termini semplici, ma non semplicistici, con capitoli brevi e concisi.

Con onestà il libro non propone verità dogmatiche, ma illustra gli sforzi di comprensione dei meccanismi del nostro universo, constatando quanto sia ancora lungo e pieno di ostacoli il nostro percorso di studio e conoscenza. Non solo, ricorda quando la ricerca scientifica sia dubbio e consapevolezza di ignoranza, mai affermazione e sbandieramento di certezze. Lo stile agile riesce a rendere accessibili concetti profondi, rimandando alla ampia bibliografia l’approfondimento. Leggetelo senza fretta però.

10. Perchè i gatti cadono sempre in piedi di Gbur

Perché i gatti cadono sempre in piedi è un omaggio appassionato ai felini, alle loro misteriose doti ­fisiche e alle capacità straordinarie che hanno affascinato nei secoli pensatori e scienziati, contribuendo a graffianti rivelazioni sul funzionamento e sulla natura dell’universo.

Un libro dedicato a tutti gli ammiratori dei filmati di gatti sul web appassionati di scienza. I gatti fanno acrobazie straordinarie e riescono ad atterrare sempre in piedi. Una caratteristica che è quasi proverbiale e ha contribuito non poco ad alimentare la leggenda delle loro nove vite. In secoli di studi scienziati, matematici e pensatori hanno faticato a capire come facciano i gatti a compiere certi movimenti; le teorie che hanno proposto coinvolgono diverse branche della ­fisica e della biologia. Gregory J. Gbur ha ricostruito con precisione e arguzia la storia scienti­fica della sinuosa elasticità dei gatti: l’entusiasmo del xix secolo, ben prima dell’odierna invasione sui social, gli esperimenti temerari, il paradosso di Schrödinger, le ipotesi bizzarre e anche l’imbarazzata ammissione della comunità scientifica di non riuscire a comprendere la meccanica dei loro mirabolanti atterraggi.

 

E tu che ne pensi? Faccelo sapere!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: