Il Superuovo

La Luna di Saturno “Encelado” potrebbe essere il luogo più adatto alla vita extraterrestre

La Luna di Saturno “Encelado” potrebbe essere il luogo più adatto alla vita extraterrestre

La sonda della Nasa, Cassini, ha raccolto dati su Encelado che suggeriscono la presenza di sostanze adatte alla vita.

Delle fonti marine perpetue di Encelado lanciano continuamente nello spazio frammenti di materiale che sono oro per gli scienziati, infatti dopo averli attentamente studiati si può confermare la presenza, in mezzo ad acqua salata e silice, di semplici composti del carbonio. Ma grazie alle informazioni presenti sulla sonda Cassini (che ora ha smesso di funzionare) siamo venuti a conoscenza di dati ancora più stupefacenti, ovvero composti organici pesanti che presentano atomi disposti ad anelli e catene.

Tutto questo fa sì che Encelado sia il luogo conosciuto nel sistema solare con le più alte probabilità di incontrare forme di vita. Nel corso del tempo la NASA è riuscita a studiare la salinità e l’acidità dei mari della piccola luna e a scoprire che delle “prese d’aria” idrotermali forniscono calore, grazie a dei getti ghiacciati emessi da Encelado, i quali passano attraverso fessure della fascia polare meridionale. Le seguenti informazioni dimostrano la presenza di un oceano coperto da uno strato di ghiaccio.

Le somiglianze con i nostri oceani

Il buon auspicio proviene dalle somiglianze con il nostro pianeta: infatti l’ipotesi è che anche l’oceano di Encelado sia abitato, “Mentre in precedenza abbiamo trovato molecole di grandi dimensioni fuori dalla Terra, questa è la prima volta che esse sono state scoperte provenire da un oceano di acqua liquida” la dichiarazione di Cable, scienziato della NASA che continua dicendo che “I nostri oceani hanno una pellicola sottile di molecole organiche che galleggiano sulla parte superiore – si pensi ad una “chiazza di petrolio”, ma composta da vita e dai suoi sottoprodotti – che coprono l’oceano in misura significativa. Pare che anche Encelado abbia tutto ciò. Ma è anche fatto di vita?

Questo però è solo l’inizio

Tutti questi dati ed informazioni rappresentano un grande passo avanti per l’uomo pur rimanendo ipotesi: bisognerà continuare le ricerche e pervenire fisicamente sulla piccola luna di Saturno, poiché pur con ipotesi promettenti non vi è alcuna certezza riguardo la presenza di forme di vita aliene.

Gli scienziati ardono dalla voglia di approfondire questo discorso e affermano che “bisognerà cercare di tornare su Encelado il prima possibile” per continuare ad analizzare quell’insieme microbico che viene continuamente rilasciato nello spazio. Purtroppo la NASA si rifiuta di finanziare una spedizione nell’immediato futuro e pone la sua lente d’ingrandimento su Europa, satellite di Giove, infatti a breve partirà la missione con l’intento di conoscere l’oceano ghiacciato di Europa e cercare di capire se lì sono presenti le giuste condizioni per la vita.
Encelado dovrà aspettare ancora un po’.

-Sarà possibile un giorno riuscire a far vivere l’uomo in uno di questi satelliti favorevoli alla vita?
-Quanto ancora servirà per avere certezze su tutte queste ipotesi che gli scienziati si pongono?

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: