Il Superuovo

Ecco perché l’amore in Lost porta l’amore elegiaco ad un piano superiore

Ecco perché l’amore in Lost porta l’amore elegiaco ad un piano superiore

L’amore può manifestarsi in diverse forme, può essere passionale e distruttivo oppure razionale e controllabile. Analizziamo le differenze tra l’amore elegiaco e quello presentato in Lost, che in un certo senso ne è l’evoluzione.

Coppia, Romanticismo, Amore, Bacio, Amanti, Panchina

Molti poeti elegiaci hanno scritto sul tema d’amore. Alcuni si sono attenuti ai canoni, altri li hanno scardinati, cercando di proporre una nuova concezione d’amore, salvo poi essere di nuovo inghiottiti dall’amore elegiaco.

L’amore elegiaco

I poeti elegiaci sono, semplificando al massimo, i poeti dell’amore. L’amore elegiaco ha dei caratteri ben definiti: il principale è il cosiddetto “servitium amoris”, ovvero servizio d’amore. Il poeta è amante di una donna già sposata e le è fedele per sempre. Sempre. Anche se questa lo tradisce con altri amanti. Il poeta deve essere stoicamente resistente ai tradimenti, perché questi avvengono per il sostentamento della donna. il poeta è povero e non può dare alla sua donna tutto ciò di cui ha bisogno per vivere, perciò lei è costretta a cercarsi altri protettori più facoltosi. Ci sono poeti elegiaci che provano a giocare con questo tema: Properzio ne è un esempio. Dopo un ennesimo tradimento della sua donna, il poeta prova a cercare conforto in una relazione con altre due fanciulle, per ripiombare poi, inesorabilmente sotto il giogo della propria donna. D’altronde c’è chi pensa che il nome “elegia” significhi “e-e-legein” (che in greco significa “dire ahi-ahi”). L’amore elegiaco è dunque schiacciante, non appagante, mancante. Il poeta ne è afflitto ed è impotente, non riesce a liberarsi dal peso di questa incredibile passione.

Coppia, Facendo Fuori, Giovane, Persone, Donna, Uomo

L’amore in Lost

La serie tv Lost non dà molte certezze e soprattutto non consente un’interpretazione unica e certa di tutti i temi che affronta. Pertanto mi sento libero di spiegarvi il mio punto di vista sull’amore in Lost, senza timore di smentita. Dal mio punto di vista, nella serie ci vengono presentati due tipi di amore: l’amore passionale e travolgente,  che guida la relazione di Kate e Sawyer, e l’amore razionale e ragionato, che guida la relazione Kate-Jack. Il personaggio di Kate è molto oscuro e molto controverso. Kate ama Jack, ma ama anche Sawyer. Come è possibile? Li ama in modo diverso. Con Sawyer c’è più un’attrazione carnale, che si manifesta fortissima nel momenti di maggior scoramento. Invece con Jack, Kate ha una storia d’amore razionale: fatta di alti e bassi, amore e odio, è l’altro aspetto dell’amore. Questi due aspetti si uniscono nella figura di Kate. Il messaggio che passa alla fine di Lost sembra dunque essere che l’amore razionale vince sull’amore passionale: ci ricordiamo tutti la commoventissima scena di addio di Jack e Kate sull’isola. In realtà, si potrebbe dire che in Lost ci sia una profonda riflessione sulla potenza dell’amore razionale. Kate e Jack, due personaggi che fin dall’inizio stanno bene insieme, si trovano e si amano, con tutti gli lati e bassi del caso, alla fine finiscono insieme. Ma non finiscono insieme perché la loro relazione piace al pubblico o per uno strano colpo di fulmine, sorto all’improvviso. Kate e Jack si amano perché razionalmente non può essere altrimenti: hanno condiviso tutto, tanta storia insieme, dolori, sofferenze, gioie e avventure. Nonostante le tentazioni, le differenze, i litigi, nonostante tutto, l’amore razionale li ha tenuti insieme. Il messaggio è quindi questo: amate, lasciatevi trasportare dalla passione, ma razionalmente. Un messaggio stupendo e favoloso, che segna il passaggio dall’amore elegiaco a uno potente e sempre vincente.

E tu che ne pensi? Faccelo sapere!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: