Cosa sai sulla Rivoluzione Francese? Impara con Assassin’s Creed Unity

“LibertéÉgalitéFraternité“: questo è il motto nato a seguito della Rivoluzione Francese. Ma quest’ultima riuscì a garantire ciò che prometteva? 

Lottavo capitolo della famosissima saga di videogiochi lanciati dalla Ubisoft, Assassin’s Creed Unity, lancia uno sguardo su uno dei periodi più importanti, ma per certi versi anche più cupi della storia: la Rivoluzione Francese.

Le vicende storiche della Rivoluzione Francese

La Rivoluzione Francese (1789-1799) ha segnato il passaggio dall’età moderna a quella contemporanea. Infatti nonostante si sia conclusa con il periodo napoleonico e con la Restaurazione, questa ha segnato la fine della monarchia assoluta e a cambiamenti politici e sociali. Le cause della Rivoluzione furono di natura economica: la maggior parte della popolazione viveva, infatti, in una situazione di grande povertà e miseria.  Di fronte a tale situazione e a seguito delle numerosissime pressioni, re Luigi XVI fu costretto a convocare gli Stati Generali. Si trattava di un’assemblea in cui veniva rappresentato ogni ordine sociale, clero, nobiltà e terzo stato: quest’ultimo ottenne dal re la possibilità di avere un numero di rappresentanti pari al dubbio di quelli della nobiltà, tuttavia il sovrano concesse anche all’aristocrazia il voto per ordine. Questa decisione rendeva vano il privilegio del Terzo Stato, in quanto non essendo la votazione per testa clero e nobiltà avrebbero avuto sempre la meglio.  I deputati del Terzo Stato decisero quindi, riunendosi nella sala della Pallacorda, di dare una Costituzione alla Francia. La Rivoluzione inizia formalmente con la Prese della Bastiglia, il 14 Luglio 1789, seguita dalle rivolte nelle Campagne. La Costituzione venne approvata nel 1791 e l’anno seguente la Nazione venne proclamata Repubblica. Subito dopo re Luigi XVI fu arrestato mentre provava a fuggire dalla Francia, processato e condannato a morte: la sua esecuzione si terrà il 21 Gennaio 1793 e ad Ottobre verrà decapitata anche la moglie, la regina Maria Antonietta d’Austria.  Tra il 1793 e il 1794 tantissime persone furono ghigliottinate dopo processi sommari in quanto ritenuti “nemici della Repubblica”: questo periodo, definito “Periodo del Terrore”, era gestito da una personalità molto forte, Maximilien de Robespierre. Accecato dal potere arriva a far uccidere i suoi stessi collaboratori, ma come prevedibile ne paga le conseguenza: il 9 Termidoro (24 Luglio 1794) la borghesia mette in atto un colpo di stato arrestandone poi condannando a morte Robespierre stesso. Seguirono varie rivolte di coloro i quali volevano riportare la monarchia, tutte prontamente fermate da un giovane comandante di nome Napoleone Bonaparte. La Rivoluzione si conclude formalmente il 26 ottobre 1795.

Assassin’s Creed Unity

Il protagonista dell’ottavo capitolo della saga di Assassin’s Creed è Arno Victor Dorian, figlio di un Assassino ma rimasto orfano in giovane età e allevato da un Templare. Nel corso della sua vita  il giovane Arno resta al servizio De la Serre, Gran Maestro Templare, e solo dopo l’omicidio di quest’ultimo scopre l’Ordine degli Assassini. Egli, accusato della morte di colui che lo aveva allevato, finisce per essere imprigionato nella Bastiglia  avendo così la possibilità di vivere in prima persona l’evento che segna l’inizio della Rivoluzione. L’obiettivo di Arno è vendicare la morte di De la Serre e insieme alla figlia di quest’ultimo, Elise, si lancia alla ricerca dei mandanti dell’omicidio. A causa di queste sue azioni, prese di propria iniziativa, Dorian finirà per essere cacciato dall’Ordine, ma continuerà la sua ricerca con l’aiuto di Elise. Durante il suo percorso incontrerà personaggi di spicco, tra cui Robespierre e Bonaparte.

L’incontro con Napoleone

Durante una delle sue missioni segrete Arno incontra l’ancora comandante dell’artiglieria Napoleone Bonaparte. l’Assassino era stato incaricato di recuperare della corrispondenza tra il suo mentore e il sovrano francese: nell’ufficio del re incontra questa strana figura intenta anch’egli a cercare qualcosa. I due capiscono di far parte dello stesso fronte, combattono insieme le guardi sopraggiunte e, infine, Bonaparte aiuterà Arno a fuggire. Benché non si tratti di una figura centrale all’interno del videogame, Bonaparte riapparirà nelle sequenze finali sopraggiungendo sempre in aiuto all’assassino.

Robespierre

L’incontro tra Robespierre e Arno è molto movimentato: l’assassino era stato bandito dalla setta, ma viene richiamato da Elise che gli chiede aiuto. I due vanno alla ricerca di Germain, il mandante dell’assassinio di De la Serre, e per trovarlo interrogano il politico Robespierre.

Assassin’s Creed

Questa serie di videogames firmata Ubisoft conferisce una grande importanza agli eventi storici: ognuno dei capitoli sviluppati è ambientato in un particolare periodo storico che fa da cornice alle vicende dei protagonisti. Il filo conduttore è rappresentato da uno scontro millenario tra due fazioni, i Templari e gli Assassini, che si contendono il possesso del “frutto dell’Eden”: chi avrà la meglio?

E tu che ne pensi? Faccelo sapere!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: