Il Superuovo

Un tranquillo viaggio in aereo diventa isteria di massa: analizziamolo con il Dr. House

Un tranquillo viaggio in aereo diventa isteria di massa: analizziamolo con il Dr. House

L’isteria di massa è un fenomeno sociopsicologico particolare e affascinante, di cui abbiamo testimonianza già nel 1500. Conosciamo meglio questo curioso fatto.

La serie televisiva Dr. House Medical Division è tra le più amate dal pubblico. Il medical drama è incentrato sulla figura di Gregory House, burbero, geniale medico che tra un paziente e l’altro non manca di regalare perle di cinismo a noi e ai suoi colleghi.

Un volo turbolento

Immagina di essere all’interno di un aereo, seduto in un comodo sedile, rilassato nella tratta Singapore-NewYork. Hai avuto la fortuna di non essere seduto vicino a nessun bambino che piange, a nessuna persona che parla fastidiosamente a voce alta. Tutto sta andando benissimo. Ad un certo punto un tuo compagno di viaggio si sente male, vomita e ha la febbre alta. Tutto sembra precipitare, ma oggi sei baciato dalla fortuna. A bordo ci sono due medici, la direttrice dell’ospedale Priceton Plainsboro Teaching Hospital, Lisa Cuddy e uno dei medici diagnosti più famosi e bravi, il Dottor House. Tiri un sospiro di sollievo. Pensano sia meningite batterica, il test è negativo. Tiri un altro sospiro di sollievo. Ed ecco che tutto precipita. Anche la dottoressa e un’altra ragazza presentano gli stessi sintomi. Senti una voce roca all’altoparlante che elenca una serie di sintomi spaventosi. Tutti cominciano a stare male. Tutti iniziano ad avere proprio quei sintomi, compreso tu.

Ecco l’isteria di massa. Come spiega poi lo stesso Dottor House, tutti quei sintomi non sono altro che il frutto di uno strano processo psicologico. Il paziente aveva un’embolia gassosa, assolutamente non contagiosa. Perché allora tutti i passeggeri sono stati male?

Un fenomeno curioso

L’isteria di massa è un processo sociopsicologico in cui più persone credono di avere gli stessi sintomi. Solitamente si presenta quando diversi individui sono convinti di essere affetti dalla stessa malattia, proprio come accade nello sfortunato aereo. Una sola persona può iniziare a manifestare un sintomo e condizionare tutte le altre, inconsapevoli del fatto che in realtà si tratta di un condizionamento psicologico.

Cosa accade? Iniziamo dal principio. Il termine isteria fa riferimento ad una condizione in cui ci sono stati emozionali molto intensi accompagnati da sintomi simili all’epilessia, cecità momentanea, paralisi degli arti, perdita di coscienza. Dal DSM-III, il manuale diagnostico dei disturbi mentali, non è più una categoria diagnostica a sé, ma sono stai ricavati dai vari sintomi diversi disturbi. Ciò che è accaduto durante il viaggio viene definito isteria di massa in quanto i sintomi sopradescritti si allargano a più persone contemporaneamente, in una sorta di epidemia psicologica.

Controindicazioni dei neuroni a specchio

Solitamente l’episodio si verifica in un gruppo coeso o quando ci si trova in una particolare situazione, come in un areo sospeso in aria. Si ritiene che una spiegazione del fenomeno si possa ritrovare nel funzionamento dei neuroni specchio. Quest’ultimi sono dei particolari neuroni motori che si attivano quando un individuo compie direttamente un’azione oppure quando osserva qualcun altro che la compie. Rivestono un importantissimo ruolo nell’apprendimento attraverso l’imitazione, fondamentale per imparare tantissime cose. Grazie ad essi siamo anche in grado di provare empatia, di immedesimarci negli altri.

Si ipotizza che il fenomeno si verifica a causa di un malfunzionamento nel blocco motorio che permette all’individuo di non mettere a punto subito l’azione osservata. Questo meccanismo potrebbe funzionare male in alcune persone, dando luogo in alcuni casi ad un’imitazione istantanea della persona che si ha davanti, che estendendosi ad un gruppo diventa isteria di massa.

E tu che ne pensi? Faccelo sapere!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: