Tre romanzi di Dostoevskij che possono insegnarci il senso della vita

I romanzi di Fëdor Dostoevskij sono un’analisi profonda del genere umano. Ecco perché ci permettono di capire meglio cosa significa vivere.

Fëdor Dostoevskij è uno dei maestri della letteratura russa. La sua tecnica scrittoria, spesso considerata “pesante” è, nella prospettiva ad esempio di Michail Bachtin, è profondamente dialogica. L’autore russo entra nell’anima dei personaggi attraverso lunghe descrizioni e dialoghi incalzanti oppure estremamente lunghi. Scopriamo tre meravigliosi romanzi che possono mettere in luce aspetti dell’essere uomini illuminanti.

Memorie dal sottosuolo

Sicuramente meno imponente degli altri due che citeremo, ma estremamente importante per la produzione del nostro autore ed anche significativo. Tutti i personaggi si Dostoevskij avranno un sottosuolo come questo protagonista ed è attraverso questo sottosuolo che analizziamo loro s analizziamo anche noi stessi. L’uomo del sottosuolo è riflessivo e mai d’azione, agisce come agisce Ivan nei Fratelli Karamazov e come agirà il protagonista di Delitto e Castigo. La riflessione filosofica può aiutarci a comprenderlo e comprenderci nella nostra infinita complessità.

Il fatto, signori miei, è che io mi considero una persona intelligente forse soltanto perché in tutta la mia vita non sono stato capace né di cominciare né di portare a termine mai nulla. Ammettiamo che io sia soltanto un chiacchierone, un innocuo e fastidioso chiacchierone come tutti quanti. Ma che possiamo farci se il più diretto, anzi l’unico compito di ogni persona intelligente consiste appunto nel chiacchierare, cioè nel travasare il vuoto nel vuoto?

I fratelli Karamazov

Considerato il vero capolavoro dell’autore, nella sua lunghezza questo romanzo ci mostra la natura dell’uomo. Infatti, vediamo nei fratelli Karamazov la descrizione di ogni diverso modo di essere uomini. Il buono, il cattivo, il religioso, l’ateo, l’ingenuo, con una serie di profonde riflessioni e perle meravigliose. Se vogliamo comprendere il senso della vita, questo romanzo incompiuto è ciò che ci interessa. Dei fratelli così diversi che indagano su dilemma etici e filosofici e su varie parti dell’animo umano. Celeberrimo il racconto de Il grande inquisitore che riflette sul libero arbitro.

Ama la vita più della sua logica, soltanto allora ne capirai il senso.

Delitto e castigo

Ancora una volta il tormento di un uomo, che si lega ad un omicidio. Il protagonista commette un delitto e poi il suo castigo è una crisi tremenda. Esistenzialista e profondo, il romanzo mette in luce la psicologia di un uomo che rifiuta la ragione e pensa di poter essere vero giudice del diritto alla vita altrui. Così questo romanzo ci insegna moltissimo sulla vita. La redenzione del protagonista passa attraverso il dolore, già solo questo basta a fornire una lezione fondamentale.

E tu che ne pensi? Faccelo sapere!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: