Quando l’assassino ha buon gusto: Telespalla Bob cerca la bellezza di Shakespeare e del bel canto

Telespalla Bob è uno degli antagonisti principali della serie televisiva animata i Simpson. Nonostante la sua diabolica mente, si può definire un intellettuale uomo di buon gusto.

Di Alexdevil – screenshot catturato da me, Copyrighted, https://it.wikipedia.org/w/index.php?curid=3662323

Non è una cosa rara trovare in un personaggio che compie azioni sicuramente moralmente discutibili, un certo fascino. Telespalla Bob prova per tutta la serie dei Simpson a commettere crimini, di fatto non riuscendoci. Tanto che lui stesso dice di essere stato arrestato per un crimine che non ha commesso. “Tentato omicidio? Che cosa significa, esiste un premio nobel per tentata chimica?”. Tralasciando l’esilarante battuta, il nemico mortale di Bart ha doti oratorie ed artistiche da non sottovalutare.

Telespalla Bob l’intellettuale esteta

Quando tenta di incastrare Krusty, che effettivamente per un periodo viene arrestato, Telespalla Bob si sostituisce a lui nel programma per bambini. Subito tenta di dare loro una certa istruzione, non vuole farli ridere, ma costruire qualcosa di qualitativamente più alto. Lo vediamo leggere “L’uomo con la maschera di ferro”, come viene chiamato nel doppiaggio, che sarebbe Il visconte di Bragelonne, famoso romanzo di Alexandre Dumas ed ultimo del ciclo dei moschettieri. Anche nei suoi vari piani, Telespalla Bob è sempre alla ricerca di forma e bellezza. Nell’episodio Telespalla Bob Roberts definisce il suo piano per truccare le elezioni un’opera d’arte machiavellica. Memorabile, poi, l’episodio in cui tenta di distruggere la televisione perché non ne sopporta le caratteristiche volgari e plebei. Si sente superiore a dispetto del volgo. Tutte queste caratteristiche lo rendono un personaggio esilarante ed ironico.

L’amore per le opere teatrali

Sicuramente l’aspetto principale del buon gusto della ex spalla comica è l’amore per il bel canto. Telespalla Bob ha una voce bellissima che sfoggia, per esempio, nell’episodio Il Bob Italiano, esibendosi in una sua versione di Vesti la giubba, un’aria dell’opera Pagliacci di Ruggero Leoncavallo. Bob mostra una cultura sconfinata nell’ambito teatrale, spaziando da opere italiane e opere inglesi. Infatti, in Promontorio della paura è addirittura Bart stesso, per distrarlo, a chiedergli di interpretare una delle opere di Gilbert e Sullivan, i compositori preferiti di Bob. In particolare, in quell’episodio Bart gli chiede di recitare l’intero copione di H.M.S. Pinafore, l’opera più famosa di Gilbert e Sullivan, il cui copione quindi Telespalla Bob conosce addirittura a memoria.

Telespalla Bob e William Shakespeare

Nell’episodio Funerale per un cattivo, Telespalla Bob chiama il suo piano usando un anagramma, altra scelta intellettuale. Ma soprattutto, la puntata tutta si incentra sulle conoscenze che Telespalla Bob ha di William Shakespeare. Viene rivelato che sua madre è un’attrice shakesperiana e per questo lo conosce così bene. Lisa Simpson sventa il piano di Bob grazie ad una citazione proprio del Bardo. Volutamente, Bob sbaglia una citazione dal Macbeth di Shakespeare, infatti dice “Se una volta compiuto, sarebbe realmente compiuto, sarebbe meglio farlo subito”, anziché “sarebbe bene farlo subito”. Lisa capisce che l’errore è voluto, poiché è impossibile che egli sbagli una frase del Bardo. Ancora, nel corso della puntata Telespalla Bob finge la sua morte. La morte apparente è al centro dell’opera più famosa di Shakespeare, Romeo e Giulietta. Quindi i piani diabolici di Bob, ancora una volta risentono dell’influenza di una cultura raffinata, che egli persegue. Riuscirà mai ad uccidere Bart? Comunque vada, è certo che proverà sempre a farlo in grande stile.

 

E tu che ne pensi? Faccelo sapere!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: