fbpx
La visione relativistica di Galileo e Stravinskij che li ha portati ad essere definiti dei geni

Galileo Galilei lancia nuove prospettive puntando il cannocchiale verso il cielo. Il relativismo introduce questo caos che rivoluzionerà anche i sistemi compositivi musicali, che vedono tra i vari protagonisti Igor Stravinskij. 

Lo scienziato sconvolge l’equilibrio, che nel secolo scorso ha posto l’uomo al centro dell’universo. A seguito delle sue scoperte inizia la sfiducia nel genere umano, in quanto appare limitato e bisognoso. Il caos acquista bellezza solo nell’arte novecentesca, ma pochi l’hanno apprezzata davvero.

Galilei un genio o un guasta feste

La genialità del filosofo pisano sta nell’osservazione. Egli non soltanto ha introdotto un nuovo sistema cosmico con la dottrina copernicana, ma ha perfezionato il cannocchiale e semplicemente l’ha posto verso l’altro. Non si parla soltanto di un’osservazione letterale ma anche di prospettiva. Interessante è la sua tesi riguardo agli altri corpi celesti. Egli sosteneva che la loro superficie fosse simile a quella terreste. Infatti osservando la luna in novilunio, egli notò che nella zona buia erano presenti dei punti luce. In quel periodo di studio si trovava a Padova e la sua attenzione volse ai promontori. Il sole quando si trovava dietro i colli faceva brillare solo le vette. La sua tesi si conclude associando le due situazioni e la scoperta della superficie lunare del 1609 non è stata più smentita.

La matematica tra verità e armonia

Incredibile come con il pendolo egli arriva a stabilire l’isocronismo delle oscillazioni e curioso infatti, come nello stesso periodo anche la notazione musicale inizia ad evolversi. L’impostazione, che anticipa la scrittura odierna, necessita di più regole affinché non vi sia alcuna imprecisione. Inutile sottolineare il rapporto tra matematica e musica. Le tecniche compositive infatti sono assai complesse in quanto vi sono innumerevoli regole. La genialità sta nel cercare di infrangere queste regole nel modo più intelligente possibile, per questo è necessario conoscerle prima tutte. Galilei sosteneva che la natura parlasse attraverso il linguaggio matematico e che la religione parlasse attraverso un linguaggio simbolico. Fede e scienza non sono in conflitto perché trattano due verità diverse. Nonostante i suoi tentativi di pace nei confronti della chiesa, abbiamo il suo testo dell’abiura risalente al 1633 nel famoso processo romano.

Igor Stravinskij e la bellezza della dissonanza

A distanza di secoli il Novecento è un secolo inquieto, anche qui come nel Seicento vi è uno smarrimento di coscienze e ne conseguono varie crisi di svariate tipologie. Il caos dettato dalla perdita di un punto di Archimede stabile segna un senso di incertezza, non esiste più una univoca verità e questo mette in dubbio qualsiasi campo. Per quanto riguarda l’arte, in particolare la musica, è un periodo assai ricco.  Stravinskij dà il meglio di sé nello stravolgere i canoni classici. Nelle sue composizioni più rivoluzionarie vi è La sagra della primavera, composta nel periodo russo, un balletto che alla prima esibizione nel 1913 si rivelò un fiasco totale. Oggi invece è tra le massime dei repertori più complessi. Lo scenario del balletto è barbaro e primitivo, tratta un rituale pagano nel quale vi è un sacrificio umano. Inutile dire che l’opera ebbe un impatto aggressivo nei confronti soprattutto del Romanticismo, non soltanto a livello stilistico ma anche tematico. La natura qui, invece di dar conforto, segna dolore. Nel dettaglio è importante sottolineare il linguaggio completamente inedito, non c’è simmetria ritmica in quanto ci sono passi in cui l’orchestra è ossessiva come un orologio e in altri vi è un senso di confusione dato dalla poliritmia. Tra poliarmonia e politonalità e l’uso di dettagliati colori insieme alla scelta strumentale insolita, si percepisce uno scenario selvaggio. Il compositore stesso ha ammesso di aver trovato difficoltà nel dirigere la partitura.

 

E tu che ne pensi? Faccelo sapere!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: