Il Superuovo

La cecità fisica diventa sociale nel romanzo di Saramago e nella musica dei Pink Floyd

La cecità fisica diventa sociale nel romanzo di Saramago e nella musica dei Pink Floyd

Uno dei romanzi più famosi di José Saramago è sicuramente “Cecità”. Attraverso la metafora della cecità fisica, l’autore ha spiegato cosa significa cecità sociale, come i Pink Floyd con “Sheep”.

 

Da quando è scoppiata la pandemia, il libro Cecità di Saramago è stato continuamente citato e spesso anche a sproposito. L’analogia è stata subito immediata, poiché la storia è incentrata su un’epidemia di cecità che coinvolge tutta la popolazione. In tal senso, si è subito pensato al covid. Ai lettori più attenti è invece stato subito chiaro come di fatto quest’epidemia per Saramago costituisse una metafora e non letteralmente una pandemia come nel nostro caso. Si riferisce, infatti, ad una forma di cecità che ha avvolto la società, come anche la canzone “Sheep” dei Pink Floyd.

La cecità di Saramago

Cecità di Saramago è un romanzo del 1995 che racconta la storia di un’epidemia di Cecità che colpisce un’intera città – mai rivelata dall’autore -. Lo stile di Saramago rappresenta appieno la tematica descritta e l’atmosfera del romanzo, inquietante e cupissima. Come spesso accade, l’autore non fa uso di punteggiatura nel discorso diretto, così da creare una sorta di “melma” asettica tra le persone che, a causa della loro malattia contagiosissima, sono stipate tutte assieme in un ex manicomio. Le frasi dei vari personaggi sono separate unicamente da una virgola, seguita da una parola che inizia con una lettera maiuscola.

La cecità per i Pink Floyd

Nel 1977 i Pink Floyd pubblicano il loro nuovo album dal titolo Animals. Già dal titolo e dal significato del disco, possiamo riconoscere una certa sintonia con un altro romanzo che è stato spesso associato alla nostra condizione durante la pandemia: 1984 di George Orwell, ma anche La fattoria degli animali, opera dello stesso autore, in quanto l’album divide la società in tre gruppi di persone: “i cani, i maiali e le pecore”. I personaggi sono tutti sostanzialmente animali. Una delle canzoni “Sheep”, come dice anche il termine si riferisce alle pecore. Roger Waters spiegò di essersi ispirato alla sua situazione familiare, che era molto difficile all’epoca ed anche alle rivolte di Nothing Hill del 1976. Le pecore apparentemente si ribellano, ma di fatto sono intrappolate nella cecità del gregge.

La cecità sociale

Secondo me non siamo diventati ciechi, secondo me lo siamo, ciechi che, pur vedendo, non vedono.

– Cecità, J. Saramago

Da questa semplice quanto intuitiva metafora utilizzata da Saramago e in modo diverso dalla band rock, si può cogliere la vera cecità della società: quella dell’indifferenza. Nell’ex manicomio del romanzo sono tantissime le situazioni di violenza che si ritrovano a vivere i ciechi, vittime dei più malvagi. La cecità della società è quella della mancanza di solidarietà, come dichiarò lo stesso Saramago quando gli venne assegnato il Nobel. Per quanto concerne invece il lavoro dei Pink Floyd, per loro la cecità rappresentava l’incapacità di uscire da quello stato di passività e omologazione delle pecore, ammassate come gli sfortunati ciechi del romanzo distopico dell’autore. Una riflessione sul modo in cui viviamo nella nostra società che è sicuramente ancora illuminante.

E tu che ne pensi? Faccelo sapere!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: