Il Superuovo

Eiaculazione precoce: può essere la causa della fine di una relazione?

Eiaculazione precoce: può essere la causa della fine di una relazione?

Lilly Allen nel 2009 criticava il disturbo sessuale del fidanzato nel brano Not Fair: la medicina ha trovato una soluzione?

Nel suo famoso singolo “Not Fair” Lilly Allen elenca tutti i motivi per cui il suo fidanzato sia effettivamente perfetto per lei tranne che per una piccola cosa: lui viene troppo velocemente, non dandole tempo di raggiungere l’orgasmo.

Qual è il problema?

Probabilmente il problema del ragazzo di Lilly Allen è l’eiaculazione precoce.

Ciò di cui parliamo è una condizione medica (e non solo psicologica) frequente che per essere diagnosticata deve essere identificata da 3 criteri: tempo, controllo e disagio che causa.

Nel 2014 un team multidisciplinare di esperti ha precisato che l’eiaculazione precoce è caratterizzata da

  1. Eiaculazione che si verifica entro 2-3 minuti dall’inizio della penetrazione vaginale;
  2. Incapacità di ritardare l’eiaculazione in tutte o quasi tutte le penetrazioni vaginali a rappresentare la perdita di controllo sul meccanismo eiaculatorio;
  3. Conseguenze negative a livello personale quali disagio, fastidio, frustrazione e tendenza a evitare i rapporti sessuali.

Colpisce tra il 20-30 % degli uomini e può essere lifelong che quindi si presenta dal primo rapporto sessuale, o acquisita quando si manifesta solo per un periodo circoscritto.

Le cause possono essere organiche o non organiche (psicologiche) per questo se il problema si presenta spesso, è bene fare una visita da un medico per escludere possibili cause urologiche, endocrinologiche,  neurologiche e vascolari. Nella maggior parte di questi casi esistono farmaci che permettono di risolvere il sintomo.

I fattori psicologici che possono causare l’eiaculazione precoce sono molti.

Il più diffuso di tutti è l’ansia e l’incapacità di abbandonarsi ad ascoltare le sensazioni provate durante il sesso. Può essere vera e propria ansia da prestazione, uno stato ansioso legato al desiderio di non essere sessualmente adeguati.

L’eiaculazione precoce può essere anche il risultato di una serie di conflitti all’interno della coppia e sono molti gli esperti che sostengono che l’abbreviamento dell’atto sessuale può essere segno di vendetta, vergogna o disapprovazione nei confronti del partner. Più semplicemente può essere la risposta a rapporti sessuali abitudinari e noiosi.

Se sei un adolescente con qualche episodio di eiaculazione precoce, ricorda che può essere collegato alla crisi puberale, al senso di colpa, al timore delle malattie sessualmente trasmissibili e della gravidanza, ad esperienze sessuali frettolose con il timore di essere scoperti.

Come la medicina può aiutare il ragazzo della canzone?

La psicoterapia ha mostrato notevoli risultati nel miglioramento della patologia quando questa non ha delle cause organiche chiare.

Ma scommetto che volete sapere se esistono delle pilloline chebasta prendere per risolvere il problema senza troppo sforzo.

Siccome spesso chi soffre di Eiaculazione Precoce ha una ipersensibilità del glande,  è possibile utilizzare creme anstetiche locali che contengono principi attivi come lidocaina e prolocaina che se applicate sul glande 15 minuti prima dell’atto sessuale determinano un prolungamento del rapporto.

Sildenafil (il famosissimo viagra) può aiutare ad aumentare la sensazione di controllo sull’erezione e quindi sul riflesso eiaculatorio. Ovviamente questo effetto vi sembrerà più visibile se vi è in concomitanza un disturbo dell’erezione.

La brutta notizia è che tutti gli studi che sono riuscita a trovare dimostrano che i farmaci possono migliorare la performance sessuale solo di 5 minuti al massimo ma forse bastano per far felice la Lilly Allen di turno.

Due parole per Lilly Allen e il suo fidanzato

Se escludete le cause organiche potete trovare delle soluzioni per convivere con l’eiaculazione precoce. Ci sono coppie per cui questo non rappresenta un problema e ogni membro della coppia riesce a godere comunque.

Importantissima in questo è la complicità e la ricerca continua di soluzioni alternative.

Sia che tu abbia un pene sia che tu sia colei/colui che lo riceve,  ricorda che concentrarsi sulla penetrazione è limitativo. La durata non è direttamente proporzionale al piacere. La serata non è rovinata per sempre, può ancora trasformarsi in qualcosa di molto piacevole.

Potete usare la fantasia, le mani, la bocca, i sex toys e qualsiasi altra cosa vi venga in mente per far godere anche l’altro.

Inoltre non bisogna dimenticare che sicuramente ci sono state nella vostra vita delle serate bellissime anche senza sesso, nudi a chiacchierare con un bicchiere di vino in mano e la compagnia giusta, e se la serata migliore della vostra vita iniziasse proprio con un’eiaculazione precoce?

E tu che ne pensi? Faccelo sapere!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: