Il Superuovo

Cosa significa “essere umano”? Nier Automata cita Shakespeare ed indaga la condizione dell’esistenza

Cosa significa “essere umano”? Nier Automata cita Shakespeare ed indaga la condizione dell’esistenza

Nier Automata è un videogioco che contiene diversi riferimenti letterari e filosofici. Alcuni dei quali inerenti all’Amleto di William Shakespeare.

Di John William Waterhouse – Opera propriauser:LeaMaimone, Pubblico dominio, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=111830

Anche se la communis opinio spesso addita i videogiochi come una forma d’intrattenimento e nulla più, non è un mistero per gli appassionati che in realtà nascondano insegnamenti e lezioni importanti. Nier Automata è stato lodato moltissimo non solo per le qualità tecniche, le quali a noi in questa sede non interessano, ma anche per i vari riferimenti filosofici e letterari che si vedono anche banalmente nella scelta dei nomi: ci sono personaggi che si chiamano come celebri filosofi, quali Pascal, Marx, Engels e vi è anche una storia d’amore ispirata a quella tra Sartre e Simone De Beauvoir. Anche il nome della protagonista è un riferimento all‘Amleto di Shakespeare.

La contraddizione di essere umani

La storia del videogioco è apparentemente semplice: in uno scenario post-apocalittico, la Terra è stata invasa dagli alieni che hanno provocato l’estinzione del genere umano. I pochi sopravvissuti, rifugiatisi sulla Luna, combattono contro le biomacchine, armi aliene. Le armi usate dagli umani sono i così detti androidi. La protagonista è proprio un’androide, di nome 2B. Lo scopo del gioco è (per dirla in parole povere) combattere contro i nemici. La matrice filosofica non si limita alla semplice lotta tra bene e male, ma all’idea della morte e dell’uccidere. Vediamo degli androidi che però riescono a provare quasi emozioni e sentimenti. La natura umana viene quindi analizzata attraverso personaggi non umani, che non conoscono quel mondo e ne sono incuriositi. Come viene detto nel gioco da Adam, una biomacchina, affascinato da loro:

Perché sono un enigma. Hanno ucciso innumerevoli loro simili, eppure sono capaci di un amore incondizionato. Non pensi sia affascinante?

Essere o non essere? 2B or not to be

Il riferimento shakesperiano più banale è quello del nome dell’androide protagonsta: 2B, che si legge “to be“, quindi a indicare il monologo famosissimo dall’Amleto di William Shakespeare, il cui incipit nella versione originale recita proprio To be or not to be, that is the question. Il monologo in sé è rappresentato se vogliamo anche da tutto il gioco stesso, in cui le contraddizioni umane sono messe a nudo.

Tutto ciò che ha vita ha anche una fine. Siamo eternamente intrappolati in una spirale di vita e di morte.

Inizia infatti proprio così Nier Automata, riprendendo una concezione già espressa nell’Amleto e che si lega filosoficamente al materialismo. I dubbi che attanagliano Amleto che ben conosciamo, si configurano quindi in uno scenario sicuramente diverso dalla Danimarca, ma non per questo più facile da vivere. Vita e morte sono temi chiave della tragedia shakesperiana.

Essere, o non essere, questo è il dilemma: se sia più nobile nella mente soffrire i colpi di fionda e i dardi dell’oltraggiosa fortuna o prendere le armi contro un mare di affanni e, contrastandoli, porre loro fine? Morire, dormire… nient’altro, e con un sonno dire che poniamo fine al dolore del cuore e ai mille tumulti naturali di cui è erede la carne: è una conclusione da desiderarsi devotamente. Morire, dormire. Dormire, forse sognare. Sì, qui è l’ostacolo, perché in quel sonno di morte quali sogni possano venire dopo che ci siamo cavati di dosso questo groviglio mortale deve farci riflettere. 

– Amleto, W. Shakespeare

Amleto si interroga su cosa fare della sua esistenza: se vivere, perseverare oppure morire. Se agire o non agire. L’uomo viene mostrato in tutte le sue fragilità, che le macchine non possono forse comprendere. Teme la morte, non sa cosa fare, è pieno di dubbi e paure.

La follia di Ofelia e Simone

Un altro elemento di congiunzione tra Amleto e Nier Automata è uno degli antagonisti del gioco: la cantante d’opera Simone. Si presenta come uno dei nemici più crudeli e anche inquietanti, per poi rivelare un passato a dir poco tragico. In una palese citazione alla storia d’amore tra Simone De Beauvoir e Jean-Paul Sartre, è una biomacchina innamorata di un’altra biomacchina di nome Jean-Paul, ma senza essere ricambiata. Simone allora pensa che per convincere Jean-Paul ad amarla, debba diventare sempre più bella. Infatti ripete continuamente Bellissima, devo essere bellissima!“. Purtroppo il suo amato continua ad ignorarla ed allora lei impazzisce, nonostante ciò tenta continuamente di diventare più bella. Il suo tormento viene mostrato da una delle canzoni più belle dei videogioco, che è infatti stato lodato anche per la colonna sonora.

https://www.youtube.com/watch?v=ehHJBD_giaI

La perdita della sanità mentale dell’amata non ricambiata è presente anche in Amleto, dove è fondamentale il tema della follia. Amleto si finge folle per ingannare lo zio, la sua è una follia finta contrapposta a quella reale della sua amata Ofelia, la quale inizia ad impazzire anche lei poiché respinta da lui. Per mantenere infatti la sua recita, Amleto è costretto a rifiutarla ed anche in malo modo. La nevrosi di lei peggiora poi alla morte del padre e la conduce alla morte. Il celebre monologo di Ofelia, si riferisce ancora una volta a qualcosa che svanisce e ci ricorda come siamo tutti frangibili:

Oh, qual nobil mente è qui sconvolta!
Occhio di cortigiano,
lingua di dotto, spada di soldato;
la speranza e la rosa del giardino
del nostro regno, specchio della moda,
modello d’eleganza,
ammirazione del genere umano,
tutto, e per tutto, in lui così svanito!

(Immagine in evidenza Di Spinoziano – Screenshot catturato dalla versione demo per PlayStation 4; l’immagine compare all’avvio del gioco, Copyrighted, https://it.wikipedia.org/w/index.php?curid=7703401)

E tu che ne pensi? Faccelo sapere!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: